Dolori mestruali

Dr.ssa Tiziana La Rocca

A cura del Dr.ssa Tiziana La Rocca

Omeopata

Cos'è Cos'è

I dolori mestruali o dismenorrea (termine medico) sono dolori periodici associati alla mestruazione, la dismenorrea si dice:

  •  primaria se compare nel corso dei cicli ovulari senza alcuna alterazione dimostrabile.  
  •  secondaria se legata ad una patologia dimostrabile.

Cause Cause

Le cause dei dolori mestruali sono molto eterogenee.

La causa della dismenorrea primaria può derivare dalla contrazione e dall'ischemia uterina associata a cicli ovulari.

La causa della dismenorrea secondaria, invece, può derivare dall'endometriosi e dall'adenomiosi.

Sintomi Sintomi

I dolori mestruali sono localizzati ai quadranti bassi dell'addome. Il dolore è crampiforme o costante, si può irradiare nella schiena e la sua durata è di circa due giorni. Si associano anche cefalea, nausea, alterazioni dell'alvo, vomito e ritenzione idrica che possono comparire anche già qualche giorno prima dell'arrivo del ciclo mestruale. 

Diagnosi Diagnosi

La raccolta dei dati anamnestici riveste per il medico un'importanza fondamentale, agevolando l'indagine clinica, strumentale, di laboratorio e l'orientamento diagnostico omeopatico omotossicologico.

I dolori mestruali avendo cause eterogenee, possono essere di natura funzionale oppure di natura organica. Se i dolori sono premestruali sono di natura funzionale e di scarso valore clinico, se insorgono nel corso del flusso mestruale sono di natura organica; se i dolori compaiono e persistono anche dopo la fine della mestruazione suggeriscono per l'endometriosi.

Rischi Rischi

Le donne affette da dolore mestruale hanno una maggiore sensibilità al dolore ed una predisposizione ad altre patologie caratterizzate da dolore cronico, influendo negativamente sull'umore e quindi sulla qualità della vita.

Cure e Trattamenti Cure e Trattamenti

La terapia di prima scelta è data dai FANS, farmaci antinfiammatori non steroidei, che possono provocare effetti collaterali significativi. L'impiego di un protocollo omeopatico omotossicologico parimenti efficace ma privo degli effetti collaterali degli antinfiammatori, può essere preso in considerazione.

La terapia omeopatica omotossicologica è sintomatica e mira a contrastare il dolore mestruale provocato da spasmi della muscolatura liscia viscerale, quindi dopo un inquadramento omotossicologico viene fatta la scelta farmacologica. Alcuni esempi di terapia antidolorifica omeopatica omotossicologica: Chamomilla (dolori insopportabili), Colocynthis Homaccord e Magnesia Phosphorica (dolori crampiformi), Ignatia, Sepia, Follicolinum, Oligoelementi (zinco, rame, manganese), terapia omotossicologica (Cuprum Heel, Cantharis comp. Hormeel S). 

Per la patologia acuta saranno indicate le potenze più basse dalla 5CH alla 30CH mentre per la patologia conica saranno indicate potenze più alte. Quindi sarà il medico omeopata omotossicologo a stabilire le potenze più adatte per la paziente con una terapia personalizzata, la terapia si protrae fino alla remissione dei sintomi.

L'informazione presente nel sito deve servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In caso di disturbi e/o malattie rivolgiti al tuo medico di base o ad uno specialista.


Specializzazioni correlate

Vuoi una parlare con uno specialista?
Hai bisogno di un Dottore per Dolori mestruali?

I tuoi Medici preferiti

Caricamento...