Cisti ovariche

Dr. Giuseppe Cutillo
A cura del Dr. Giuseppe Cutillo
Ginecologo

Cos'è Cos'è

Con il termine cisti ovarica si intende un insieme molto variegato di lesioni liquide e/o solide che colpiscono le ovaie e che possono avere caratteristiche biologiche, presentazione clinica e dimensioni molto variabili. Per quanto riguarda le caratteristiche biologiche, le cisti ovariche vanno distinte in benigne (es. cisti endometriosiche, cisti dermoidi, cistoadenomi sierosi etc.), a potenziale incerto di malignità (borderline) e maligne. 

Abbastanza rare in età pre-adolescenziale ed adolescenziale, costituiscono una delle principali cause di consulto ginecologico nella donna in età riproduttiva e peri-menopausale. Da un punto di vista anatomico, le cisti ovariche hanno generalmente una capsula (più o meno spessa) e presentano un contenuto che può essere liquido, liquido/denso oppure solido/cistico e dimensioni che variano da qualche centimetro sino a 20-30 centimetri (i cosiddetti cistomi). 

Sintomi Sintomi

Nella maggior parte dei casi le cisti ovariche, in particolare quelle di dimensioni più limitate, sono asintomatiche o presentano sintomi molto sfumati (dolenzia e senso di peso al basso ventre, gonfiore etc.), in rari casi si presentano in forma acuta per rottura o torsione sul peduncolo vascolare e rappresentano un'emergenza chirurgica.

Le cisti maligne (cistoadenocarcinomi) possono presentarsi anche con versamento di liquido in addome (ascite) e disturbi del transito intestinale (es. stitichezza e/o diarrea). Spesso, purtroppo, la diagnosi avviene in maniera occasionale, durante l'esecuzione di esami radiologici eseguiti per altri motivi o disturbi aspecifici.

dottore e dottoressa

Consulta la lista degli specialisti disponibili che si occupano di Cisti ovariche. Verifica gli specialisti vicino a te 

Diagnosi Diagnosi

La diagnosi delle cisti ovariche può essere fatta con la visita ginecologica e/o con l'ecografia pelvica transvaginale. In casi selezionati può essere utile la risonanza magnetica della pelvi. Le caratteristiche ecografiche della cisti sono molto importanti per esprimere un giudizio sulla natura benigna o maligna della cisti (quelle liquide e senza setti o con setti sottili sono probabilmente benigne, quelle con parti solide, vascolarizzate e/o setti spessi sono più frequentemente maligne), ma soltanto l'asportazione chirurgica e l'esame istologico consentono una diagnosi di certezza.

Il dosaggio dei markers tumorali (CA 125 ed HE-4 i più importanti) può essere un altro elemento utile per una diagnosi preoperatoria più accurata, ma bisogna sempre tenere presente che valori bassi dei markers tumorali non garantiscono la benignità della lesione (falsi negativi), cosi come valori aumentati non sempre sono indice di lesione maligna (falsi positivi). La diagnosi certa è solo quella istologica.

Rischi Rischi

Il rischio principale in presenza di una cisti ovarica è quello di considerare benigna una cisti che viceversa è maligna e quindi non operarla subito, oppure operarla in Ospedali non esperti in patologie oncologiche che non sempre sono in grado di trattare adeguatamente le cisti ovariche maligne. Ciò potrebbe rendere necessario un nuovo intervento chirurgico per la stadiazione della malattia, e/o una chemioterapia altrimenti non necessaria.

Altro rischio per le cisti di dimensioni intermedie (7-10 cm) è quello di torcersi sul peduncolo vascolare e determinare una sintomatologia dolorosa acuta, da richiedere un intervento di urgenza. In presenza di una cisti ovarica o di qualsiasi neoformazione pelvica con caratteristiche sospette, è prudente una valutazione in Ospedali e Centri Oncologici capaci di stimare con maggiore affidabilità il rischio preoperatorio di malignità e quindi intervenire chirurgicamente nel modo più adeguato.

Alcune particolari cisti con caratteristiche cliniche di benignità possono anche non essere trattate chirurgicamente e monitorizzate nel tempo, ma tale decisione richiede specifica competenza in oncologia ginecologica.

  Scopri gli Specialisti che si occupano di
Cisti ovariche vicino a te 

Cure e Trattamenti Cure e Trattamenti

Il trattamento delle cisti ovariche è chirurgico. L'intervento, che può essere eseguito quasi sempre per via laparoscopica, può consistere nella semplice asportazione della cisti (donne giovani e cisti con caratteristiche di benignità di dimensioni non eccessive), in modo da preservare la funzionalità ovarica o nell'asportazione dell'ovaio e della tuba.

Può essere utile, in casi selezionati, l'esame istologico intraoperatorio, che consente nel caso di diagnosi di malignità di eseguire nella stessa seduta il trattamento chirurgico definitivo ed evitare un successivo reintervento. In casi molto selezionati la cisti ovarica può essere semplicemente monitorizzata (con visite ginecologiche, dosaggio dei marcatori tumorali ed ecografie transvaginali periodiche). 

Dr. Giuseppe Cutillo
A cura del Dr. Giuseppe Cutillo
Ginecologo

Specialisti che si occupano di cisti ovariche

Scegli la provincia di tuo interesse e prenota gratuitamente una visita in pochi click.

oppure scegli una provincia

I tuoi Medici preferiti

Caricamento...