Attacco di panico

Dr. Vassilis Martiadis   A cura del Dr. Vassilis Martiadis

Cos'è Cos'è

È una crisi di ansia drammaticamente forte che raggiunge la sua massima intensità nell'arco di pochi minuti. Una delle caratteristiche principali è che la crisi non è generalmente riconosciuta come derivante da ansia ma è talmente forte che la persona ritiene di stare per impazzire, di essere prossima a perdere il controllo di sé o addirittura di essere in pericolo di vita. Per questo motivo chi è in preda ad un attacco di panico tende spesso a chiedere aiuto o a correre in ospedale per farsi soccorrere temendo di avere un problema fisico, più spesso cardiologico.

La durata dell'attacco di panico può essere variabile, ma in genere non va oltre qualche decina di minuti.

Cause Cause

Le cause degli attacchi di panico sono diverse e molto spesso non del tutto identificabili nel singolo soggetto. Esiste una predisposizione familiare che testimonia il coinvolgimento della genetica che può favorire la nascita del disturbo. Esistono cause psicologiche, ossia la tendenza a interpretare i segnali provenienti dal corpo e dalla realtà esterna come drammatici e catastrofici innescando una reazione di paura e ansia che poi diventa incontrollabile.

L'attacco di panico può essere scatenato in particolari situazioni oppure per l'assunzione di sostanze o per patologie organiche (in questi casi naturalmente l'ansia non è il determinante principale del disturbo).

Sintomi Sintomi

I sintomi fisici che si accompagnano all'attacco di panico possono essere i più disparati: tachicardia, palpitazioni, dolori al torace, sudorazione, vampate di calore o brividi di freddo, rossore, sensazione di non riuscire a respirare o di avere il fiato corto o di avere la necessità di respirare profondamente, nausea o fastidi gastrointestinali, sensazione di instabilità, sbandamento, capogiri, de-realizzazione (sensazione di non riconoscere la realtà esterna), de-personalizzazione (sensazione di non riconoscere sé stessi), soltanto per citare i più frequenti.

Diagnosi Diagnosi

La diagnosi viene effettuata dallo specialista psichiatra sulla base della descrizione dei sintomi clinici, dell'esordio e dell'evoluzione e dopo avere escluso la possibile presenza di patologie organiche o l'assunzione di sostanze o farmaci che possano indurre reazioni incontrollate di ansia.

Rischi Rischi

Gli attacchi di panico peggiorano notevolmente la qualità della vita del soggetto che tende a evitare determinati luoghi o situazioni e a ridurre il proprio livello di attività lavorativa e/o sociale cercando di non incorrere in quelle che ritiene siano le situazioni che possono scatenare gli attacchi (posti affollati, mezzi di trasporto, traffico, gallerie, luoghi piccoli e senza immediata via di uscita, ecc).

Cure e Trattamenti Cure e Trattamenti

Le terapie più efficaci sono costituite dalla terapia farmacologica, in genere con farmaci che agiscono in prevalenza sul sistema neurotrasmettitoriale della serotonina (associati o meno ad ansiolitici) e dalla psicoterapia cognitivo-comportamentale.

L'associazione dei due tipi di trattamento unisce i pregi di entrambe le terapie, facilita il recupero e riduce i tassi di ricaduta.

Dr. Vassilis Martiadis
A cura del Dr. Vassilis Martiadis
Psichiatra
Prenota una visita

I tuoi Medici preferiti

Caricamento...