Vitiligine

Dr.ssa Anna Zampetti

A cura del Dr.ssa Anna Zampetti

Dermatologo

Cos'è Cos'è

La vitiligine è una malattia legata a un disturbo della pigmentazione cutanea. Si può presentare in modo localizzato sulla pelle, sui capelli sulla barba e occasionalmente sulle mucose. È molto frequente nei bambini e, in età infantile, se ben trattata e localizzata può rispondere in modo eccellente al trattamento.

Cause Cause

Riconosce un forte background familiare ma la sua causa è tuttavia ancora sconosciuta. È noto che vi è una distruzione dei melanociti e ad oggi le ipotesi patogenetiche più accreditate sono:

  • una possibile distruzione di queste cellule per cause autoimmuni;
  • una anomala sintesi di tetraidropterina e delle catecolamine;
  • una morte cellulare per processi di stress per lo più neurologici;
  • una distruzione per anomalie metaboliche che porterebbero ad una maggiore produzione di acqua ossigenata fortemente tossica per i melanociti.

Sintomi Sintomi

Non vi è un sintomo specifico associato alla vitiligine pertanto la vitiligine è asintomatica. Alcuni pazienti possono tuttavia riferire prurito prima dell'esordio delle macchie bianche. Le manifestazioni cliniche sono invece rappresentate da chiazze bianche madreperlacee circoscritte, a bordi irregolari, delle dimensioni variabili da pochi millimetri a parecchi centimetri.

Il palmo delle mani e la pianta dei piedi sono spesso colpiti anche in virtù del cosiddetto Fenomeno di Köebner, ovvero insorgenza della patologia a seguito di trauma sulla cute.

Diagnosi Diagnosi

La diagnosi è clinica e quasi sempre ben chiara al clinico esperto. Tuttavia nella forme sfumate o su pelle molto chiara la diagnosi, anche clinica, può essere piuttosto difficile e in questo caso si può ricorrere all'analisi della pelle con Luce di Wood che permetterà di differenziare la vitiligine da una micosi. 

Clinicamente si distinguono:

  • una vitiligine focale
  • una acro-facciale
  • una segmentale
  • una mucosale
  • una forma universale

Rischi Rischi

I pazienti con vitiligine devono adeguatamente proteggere le chiazze da un'esposizione solare diretta, in quanto possono ustionarsi. Inoltre i soggetti con vitiligine possono sviluppare altre patologie concomitanti, in primis patologie della tiroide (iper o ipo-tiroidismo), l’anemia perniciosa, la malattia di Addison, il diabete mellito, l’alopecia areata, la miastenia gravis, l’uveite, la morfea, la sclerosi sistemica.

Cure e Trattamenti Cure e Trattamenti

Come accennato precedentemente, i bambini tendono a rispondere molto bene ai vari trattamenti, mentre negli adulti la risposta è legata alla durata delle chiazze, alla loro localizzazione e alla loro estensione. Pertanto, specie negli adulti, una terapia della vitiligine resta ancora oggi piuttosto difficile e a volte frustrante.

Nelle forme localizzate si ottengono buoni risultati con cortisonici di media alta potenza, con immunomodulatori topici e soprattutto con la fototerapia sia PUVA sia a UVB a banda stretta, o con il laser a eccimeri. Prospettive interessanti sono rappresentate dai Minigraft chirurgici e dalla terapia biofotonica.

L'informazione presente nel sito deve servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In caso di disturbi e/o malattie rivolgiti al tuo medico di base o ad uno specialista.


Specializzazioni correlate

Scegli lo specialista e prenota la tua visita per Vitiligine con iDoctors

oppure

Ti terremo informato sulle promozioni in corso riguardo visite a prezzi scontati

I tuoi Medici preferiti

Caricamento...