Cerca uno specialista, una prestazione medica, una patologia o il nome del medico

Paronichia

Dr. Antonio Rella

Dr. Antonio Rella

Chirurgo Generale Medico Chirurgo, specialista in Chirurgia Generale Creato il: 17/06/2024
La paronichia è una condizione infiammatoria che coinvolge il tessuto periungueale (ossia la pelle intorno all'unghia). Questa è spesso causata da un'infezione batterica o fungina e può verificarsi sia nelle unghie delle mani che dei piedi, causando dolore, gonfiore e arrossamento del dito interessato dalla condizione.
 
Paronichia

Cause Cause

In genere, la paronichia interessa maggiormente le donne, che hanno un’incidenza circa tripla rispetto agli uomini, e soprattutto chi svolge lavori manuali o che tengono a lungo mani e piedi immersi in acqua. 

A causare l’infiammazione possono essere un gran numero di fattori. La maggior parte dei casi è legata a infezioni batteriche da streptococchi, stafilococchi o, più raramente, Pseudomonas e Proteus. Questi, in genere, trovano terreno favorevole in ambienti caldi e umidi e possono penetrare sotto la cute attraverso piccole ferite o abrasioni. 

Allo stesso modo, si possono verificare infezioni di natura fungina, generalmente causata da Candida, che può associarsi ad altre forme di irritazione. 

Altri possibili fattori che possono favorire l’infiammazione della membrana periungueale includono:
 
  • traumi o lesioni intorno all'unghia, che possono favorire l’invasione da parte degli agenti patogeni. In particolare, la manipolazione eccessiva delle unghie, come mangiarle o tagliarle eccessivamente, può danneggiare la pelle intorno all'unghia e aumentare il rischio di paronichia;
  • esposizione a sostanze irritanti, come solventi, detergenti o prodotti per unghie, che possono danneggiare la cute;
  • malattie della pelle, come eczema o dermatiti, che possono irritare o infiammare la pelle intorno all'unghia (in caso di paronichia cronica);
  • deficit immunitari, dovuti a trapianti, terapie immunosoppressive o infezioni da HIV, che possono ridurre la capacità dell’organismo di rispondere all’infezione.

Sintomi Sintomi

Nella maggior parte dei casi, la paronichia si manifesta in forme ed entità variabili a seconda delle cause e dell’estensione dell’infiammazione; anche l’evoluzione può dipendere dalla causa scatenante, in quanto le forme batteriche evolvono più lentamente di quelle di origine fungina. 

In generale, la sintomatologia della paronichia è quella tipica delle infiammazioni cutanee e include: 
 
  • dolore, che può essere acuto o sordo e può peggiorare con la pressione o il movimento;
  • gonfiore causato dall'accumulo di liquido infiammatorio sotto la pelle;
  • arrossamento della pelle intorno all'unghia dovuto all’afflusso di sangue nella zona;
  • ispessimento e imbrunimento dell’unghia, che gradualmente si distorce;
  • suppurazione, ossia l’accumulo di una secrezione purulenta nell’area infiammata, con formazione di placche biancastre sotto l’unghia o lungo i suoi margini; normalmente si manifesta solo nelle forme acute. 

Diagnosi Diagnosi

La diagnosi della paronichia in genere è possibile già sulla base dell’esame fisico che lo specialista esegue relativamente alla zona anatomica interessata del paziente, in quanto i sintomi sono spesso conclamati e facilmente rilevabili. 

In genere, infatti, non sono richiesti esami più approfonditi ma se l’infiammazione non risponde correttamente alla terapia, il medico può prelevare un campione del pus presente per svolgere un test colturale, in modo da identificare il tipo specifico di batterio e determinare l'antibiotico o l’antimicotico specifico più efficace per il trattamento. 

In alcuni casi, può essere necessario differenziare la diagnosi di paronichia da altre infiammazioni o infezioni a carico delle unghie, come l’onicomicosi, il giradito o la cellulite infettiva.
 
Paronichia

Rischi Rischi

In genere, la paronichia è una condizione lieve e che si risolve abbastanza facilmente nei pazienti in buona salute; tuttavia, se non viene trattata in modo corretto, l’infiammazione può diffondersi ad altre parti del dito o della mano, con il rischio di sviluppare tenosinoviti infettive quando a essere interessati sono i tendini del dito. 

In assenza di un opportuno trattamento antibiotico, inoltre, l’infezione può evolvere in un ascesso, ossia un importante accumulo di pus nella zona infiammata che può richiedere un drenaggio per via chirurgica. In altri casi, invece, eventuali danni a carico dei tendini o delle strutture del dito può causare delle deformazioni a carico delle mani e delle dita.

Nei pazienti che sono spesso esposti a condizioni che possono favorire la crescita batterica, specialmente con fattori di rischio individuali come diabete, immunodeficienza o malattie croniche della pelle, la paronichia può dar luogo anche a numerose recidive o cronicizzarsi.
 

Cure e Trattamenti Cure e Trattamenti

In generale, la paronichia può essere prevenuta mantenendo un’adeguata cura delle mani e dei piedi, evitando di “mangiare” le unghie e tenendole il più possibile asciutte e pulite. Per impedire la proliferazione batterica o le infezioni è anche fondamentale usare guanti o creme protettive quando si lavora con agenti che possono irritare la pelle o quando si tengono a lungo le mani in acqua.

Il trattamento della paronichia, invece, dipende soprattutto dalla causa sottostante. Nelle forme di natura batterica, la terapia di riferimento è costituita dall’uso di antibiotici (ad esempio, penicilline o clindamicina) che, nella maggior parte dei casi, vengono somministrati per via locale. Nei casi di paronichia di origine micotica, invece, il trattamento di base è costituito da pomate antimicotiche, le quali possono eradicare l’infezione ma non sempre risolvono completamente la condizione infiammatoria. Talvolta, le terapie antinfettive sono associate anche all’uso di disinfettanti come alcol ed eventualmente antinfiammatori. 

Nelle forme croniche, invece, può essere necessario fare ricorso a pomate a base di corticosteroidi o ad agenti immunosoppressori, che riducono la risposta immunitaria. 
Nei casi in cui l’infezione arrivi a produrre un ascesso, può rendersi necessario il ricorso a un intervento chirurgico di drenaggio. Questo in genere viene condotto anestetizzando il dito, incidendo l’ascesso e facendo defluire il materiale purulento.
 

Bibliografia

  • Paronichia acuta, Chris G. Adigun, MD, Dermatology & Laser Center of Chapel Hill.
  • Leggit JC. Acute and Chronic Paronychia. Am Fam Physician. 2017 Jul 1;96(1):44-51.
  • Black JR. Paronychia. Clin Podiatr Med Surg. 1995 Apr;12(2):183-7.

L'informazione presente nel sito deve servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In caso di disturbi e/o malattie rivolgiti al tuo medico di base o ad uno specialista.

Cerca i migliori specialisti che si occupano di Paronichia nelle province di: Roma, Milano, Pisa, Padova

Vuoi una parlare con uno specialista?
Hai bisogno di un Dottore per Paronichia?

Trova il Medico più adatto alle tue esigenze.

Hai bisogno di un Dottore per Paronichia?
Caricamento...