Linfoma

Prof. Angelo Michele Carella
A cura del Prof. Angelo Michele Carella
Ematologo

Cos'è Cos'è

Il linfoma è un tumore che interessa il sistema linfatico ed in particolare le cellule linfatiche chiamate linfociti; tali cellule, come noto, ci difendono dalle infezioni e dall'insorgenza dei tumori.

I linfomi si distinguono in Linfoma di Hodgkin (LH) e Linfomi non Hodgkin (LNH).

Cause Cause

Nella grande maggioranza dei casi la causa è sconosciuta. In taluni casi si possono sviluppare in corso di HIV o trapianti di organi; talora per infezioni batteriche o parassitarie, virus etc.

dottore e dottoressa

Consulta la lista degli specialisti disponibili che si occupano di Linfoma. Verifica gli specialisti vicino a te 

Sintomi Sintomi

I sintomi più comuni sono:

  • Gonfiore spesso non doloroso delle ghiandole linfatiche e /o della milza;
  • dimagrimento inspiegabile;
  • febbricola;
  • sudorazioni notturne profuse;
  • talora intenso prurito.

Diagnosi Diagnosi

La biopsia di una ghiandola linfatica permette di porre diagnosi di certezza di LH o LNH. Successivamente il paziente deve essere sottoposto ad una serie di indagini quali TAC, PET, Biopsia osteomidollare, oltre ovviamente all'emocromo ed il profilo biochimico.

Con tutte queste indagini si organizza lo stadio di malattia, importante per le decisioni terapeutiche.

  Scopri gli Specialisti che si occupano di
Linfoma vicino a te 

Rischi Rischi

Se non adeguatamente diagnosticato e trattato, il linfoma tende a svilupparsi in aree vicine o lontane creando grandi difficoltà all'ematologo per la sua eradicazione, oggi possibile se vengono adottate tutte le procedure diagnostico-terapeutiche. 

Cure e Trattamenti Cure e Trattamenti

La terapia di prima linea è completamente diversa per i pazienti con LH e LNH.

Nel LH la terapia d'attacco consiste nel protocollo ABVD (nei pazienti ad altissimo rischio forse preferibile il protocollo BEACOPP). Con tale terapia la grande maggioranza dei pazienti guarisce. Nei pazienti ricaduti o refrattari, si utilizza una terapia di salvataggio seguita da Autotrapianto. Negli ultimi anni l'immunoterapia con l'anticipo monoclonale anti-CD30 brentuximab vedotin ed i recenti successi ottenuti con gli inibitori del check point immunologico (Nivolumab e Pembrolizumab), stanno cambiando in positivo la terapia dei pazienti ricaduti/refrattari

Nei LNH la terapia con R-CHOP è considerato l'approccio più corretto per indurre la remissione completa. Un recentissimo contributo scientifico su pazienti ad alto rischio con LNH a grandi cellule B coordinato dal gruppo di Torino, cui hanno contribuito molti Centri italiani compreso il nostro, ha dimostrato che tale terapia ottiene gli stessi risultati di terapie più aggressive ed è meglio tollerata.

Per altri sottotipi istologici, vedi linfoma di Burkitt o Linfoma Mantellare, esistono approcci terapeutici diversificati che hanno sostanzialmente modificato la prognosi.

Prof. Angelo Michele Carella
A cura del Prof. Angelo Michele Carella
Ematologo

Specialisti che si occupano di linfoma

Scegli la provincia di tuo interesse e prenota gratuitamente una visita in pochi click.

oppure scegli una provincia

I tuoi Medici preferiti

Caricamento...