Irsutismo
(ipertricosi)

A cura della Dr.ssa Anna Maria Ferri

Cos'è Cos'è

L'irsutismo è la comparsa anomala di peli al volto, al torace o al dorso delle mani e dei piedi, zone dove normalmente i peli sono presenti negli uomini e non nelle donne.

L’ipertricosi consiste, invece, in un aumento dei peli in zone in cui essi sono normalmente presenti; nella donna, cioè, l’ipertricosi è un problema prettamente quantitativo.

Cause Cause

L’irsutismo è più spesso di interesse endocrinologico, legato ad una iperstimolazione androgenica. Le malattie endocrine che più frequentemente causano irsutismo nella donna sono di tipo:

  1. ovarico (95% dei casi: ovaio policistico, forme tumorali);
  2. surrenalico (3% dei casi: iperfunzione, iperplasia, forme tumorali);
  3. iatrogeno (1-2% dei casi: glucocorticoidi, steroidi anabolizzanti/androgeni);
  4. irsutismo idiopatico (insorge senza alcuna causa apparente).

Come evidenziato al punto 3, l’irsutismo può avere anche un’origine iatrogena, legata, cioè, all’assunzione di alcuni farmaci.

L'ipertricosi, invece, è indipendente dagli ormoni androgeni, è legata a questioni di familiarità, a farmaci quali ciclosporina e corticosteroidi, stati carenziali e sindromi paraneoplastiche. L'ipertricosi si può riscontrare anche in presenza di sindrome dell'ovaio policistico. L'ipertricosi può riscontrarsi, inoltre, in caso di ripetuti traumi cutanei o infiammazioni.

dottore e dottoressa

Consulta la lista degli specialisti disponibili che si occupano di Irsutismo (ipertricosi). Verifica gli specialisti vicino a te 

Diagnosi Diagnosi

La diagnosi di irsutismo prevede l'osservazione della paziente per valutare il tipo di irsutismo. Solitamente si segue una scala che valuta la presenza di peli in 11 zone corporee e che assegna un punteggio da 0 a 4 a ciascuna zona in base all'entità dell'irsutismo.

Anche nell'ipertricosi l’esame clinico della paziente, con la valutazione della lunghezza dei peli e di eventuali segni di virilizzazione, è essenziale per la diagnosi, insieme ad un'accurata anamnesi personale e familiare, per indagare la presenza di patologie quali la policistosi ovarica, unitamente all'anamnesi farmacologica.

Cure e Trattamenti Cure e Trattamenti

Nell'irsutismo, la terapia consiste nell'individuazione e rimozione dei fattori che causano la malattia, quindi nella somministrazione di farmaci sistemici soprattutto antiandrogeni o estrogeni, unitamente ad elettrolisi, ceretta o laser terapia. Gli irsutismi androgeni-dipendenti da tumori, sia delle ovaie sia della corticale del surrene, necessitano di un intervento chirurgico, associato o meno alla chemioterapia.
Quelli dovuti a patologie surrenali non tumorali, sono da trattare con il cortisone, associato o meno a dei farmaci anti-androgeni, come il ciproterone acetato o l'aldactone. Il ciproterone acetato viene più spesso associato ad un estrogeno. Nelle pazienti che desiderano un figlio, si deve ricorrere a farmaci capaci di indurre l'ovulazione, mentre in tutte le altre donne sarà opportuno utilizzare farmaci che sopprimono la sintesi degli ormoni androgeni inibendo l'LH. La cura dura almeno 6 mesi, ma l'uso contemporaneo di metodi meccanici per la riduzione dei peli quali l'elettrocoagulazione, può accelerare il successo della terapia farmacologica. 

Nell'ipertricosi, invece, la cura è volta a risolvere il sintomo, attraverso l’adozione di misure più che altro cosmetiche, quali la decolorazione dei peli con perossido d’idrogeno, la depilazione periodica con rasoio o cera calda e la depilazione definitiva col laser. Può essere utile anche un consulto psicologico.

  Scopri gli Specialisti che si occupano di
Irsutismo (ipertricosi) vicino a te 

A cura della Dr.ssa Anna Maria Ferri

Specialisti che si occupano di irsutismo (ipertricosi)

Scegli la provincia di tuo interesse e prenota gratuitamente una visita in pochi click.

oppure scegli una provincia

I tuoi Medici preferiti

Caricamento...