Incontinenza urinaria

Dr.ssa Fedra Gottardo

A cura del Dr.ssa Fedra Gottardo

Urologo

Cos'è Cos'è

L'incontinenza urinaria è la perdita involontaria di urina. Si può verificare con lo sforzo fisico (cosiddetta "incontinenza urinaria da sforzo"), i colpi di tosse o starnuti, l'attività fisica, oppure anche a riposo (incontinenza urinaria da urgenza). Altre forme sono legate a specifiche situazioni come ad es. l'incontinenza urinaria notturna nel bambino e adolescente (cosiddetta "enuresi").

Un episodio di incontinenza urinaria anche isolato può interessare chiunque nel corso della vita, ma il sesso femminile sembra esserne più colpito, specialmente nelle fasce di età più giovanili. Nell'uomo il problema aumenta statisticamente con l'età.

Cause Cause

Per le donne, oltre all'età, i fattori di rischio per l'incontinenza sono legati al numero di gravidanze e parti, il sovrappeso, la stitichezza cronica, la predisposizione genetica, il fumo di sigaretta, le "cattive abitudini" minzionali quali ad es. la tendenza a trattenere a lungo l'urina. Nell'uomo entrano in gioco maggiormente variabili come la situazione prostatica, sia come sintomi della patologia in fase iniziale (ipertrofia prostatica benigna) sia come conseguenze di eventuali trattamenti (endoscopici/chirurgici).

Sintomi Sintomi

La perdita involontaria di urina si può manifestare improvvisamente con la risata (cosiddetta giggle incontinence), con lo starnuto, con il colpo di tosse, oppure anche a riposo.

Diagnosi Diagnosi

L'incontinenza urinaria va approfondita con l'esecuzione di un esame urine, urinocoltura (per escludere una possibile infezione), una accurata visita uro-ginecologica che può già individuare cause anatomiche che favoriscono il problema (prolassi genitali, ipermotilità uretrale) oltre a quantificare la perdita sotto sforzo (stress test). A completamento possono essere utili l'ecografia dell'addome ed eventualmente esami più complessi come lo studio urodinamico.

Rischi Rischi

I rischi sono legati perlopiù alla perdita di qualità di vita dell'individuo che soffre d'incontinenza, di qualunque forma essa sia. La comparsa comunque improvvisa d'incontinenza urinaria in pieno benessere va comunque sempre indagata per escludere patologie più o meno gravi ad es. infezioni urinarie, ma anche patologie neurologiche (sclerosi multipla, M.Parkinson) sia di altro tipo (neoplasie vescicali).

Cure e Trattamenti Cure e Trattamenti

Nell'incontinenza urinaria classica femminile (ma anche maschile) da sforzo esistono approcci non invasivi quali la ginnastica o riabilitazione del pavimento pelvico che può avvalersi anche di suppporti fisici come i coni di Plevnik, così come l'elettrostimolazione di superficie ed il bio feedback. Anche l'incontinenza urinaria da urgenza può entro certi limiti, essere approcciata in maniera conservativa, tuttavia esiste in questo caso un'opzione farmacologica a breve o lungo termine in base alla causa scatenante del problema.

Qualora le terapie conservative non portino beneficio esistono numerose tecniche chirurgiche anche mini invasive per porre rimedio al problema in maniera definitiva.

L'informazione presente nel sito deve servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In caso di disturbi e/o malattie rivolgiti al tuo medico di base o ad uno specialista.


Specializzazioni correlate

Scegli lo specialista e prenota la tua visita per Incontinenza urinaria con iDoctors

oppure

Ti terremo informato sulle promozioni in corso riguardo visite a prezzi scontati

I tuoi Medici preferiti

Caricamento...