Esofagite eosinofila

Dr. Andrea Favara

A cura del Dr. Andrea Favara

Chirurgo Generale

Cos'è Cos'è

L'Esofagite eosinofila è una patologia recentemente identificata come un'infiammazione cronica della mucosa dell'esofago che si presenta nella maggior parte dei casi in pazienti già affetti da altre malattie su base allergica o autoimmune, con un picco di incidenza alla diagnosi in soggetti maschi giovani. 

Cause Cause

Sembra causata da un'associazione di fattori genetici ed ambientali ancora in via di identificazione, la patogenesi resta quindi al momento sostanzialmente sconosciuta.

Sintomi Sintomi

La disfagia intermittente, ovvero la difficoltà alla deglutizione, è il sintomo tipico presente quasi sempre, associato a volte alla difficoltà di transito del bolo alimentare.

Bruciore retrosternale e dolore possono essere presenti confondendo quindi il quadro clinico con quello della malattia da reflusso gastroesofageo.

Diagnosi Diagnosi

Per porre la diagnosi bisogna innanzitutto pensarci, ovvero conoscere la patologia e i sintomi descritti. La conferma richiede una valutazione istologica di mucosa esofagea ottenuta mediante gastroscopia, anche transnasale, con biopsie.

Un elevato infiltrato di eosinofili permette di confermare la diagnosi anche se alcune caratteristiche macroscopiche possono già essere indicative al momento della gastroscopia.

Le biopsie devono essere eseguite secondo uno schema non ancora codificato ma che prevede almeno due prelievi al terzo superiore medio ed inferiore dell'esofago, biopsie della mucosa gastrica e duodenale specificando all'anatomopatologo il sospetto clinico.

Rischi Rischi

Il mancato riconoscimento della patologia non permette una adeguata terapia e quindi un controllo ottimale dei sintomi, spesso invalidanti e ricorrenti.

È comune osservare pazienti con sintomi da anni, erroneamente identificati come affetti da malattia da reflusso nei quali non è mai stata eseguita una gastroscopia, oppure ne sono state eseguite diverse ma mai con biopsie esofagee mirate.

Cure e Trattamenti Cure e Trattamenti

La terapia è farmacologica e prevede l'utilizzo di inibitori di pompa protonica in alcuni casi, steroidi per uso topico, dietetica e in alcuni casi endoscopica mediante dilatazioni in caso di stenosi.

L'informazione presente nel sito deve servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In caso di disturbi e/o malattie rivolgiti al tuo medico di base o ad uno specialista.


Specializzazioni correlate

Vuoi una parlare con uno specialista?
Hai bisogno di un Dottore per Esofagite eosinofila?

Trova il medico più adatto alle tue esigenze su iDoctors, il primo sito in Italia per la prenotazione di visite mediche ed esami, al tuo fianco dal 2008.

I tuoi Medici preferiti

Caricamento...