Apnee notturne

Dr. Giovanni Borio
A cura del Dr. Giovanni Borio
Pneumologo

Cos'è Cos'è

Le apnee notturne sono pause del respiro che, se superiori a 10 secondi, sono patologiche e devono essere prese in considerazione perché possono determinare una serie di disturbi anche assai gravi.

Il russamento è un disturbo molto comune negli adulti; talvolta il russamento può associarsi a riduzione del flusso respiratorio parziale o completa.

Cause Cause

La causa delle apnee ostruttive è l'ostruzione parziale o completa delle alte vie aeree, determinata o da cause anatomiche (malformazioni, ipertrofia tonsillare, malocclusioni dentarie  etc) oppure da semplice ipotonia della muscolatura dell'orofaringe, rinofaringe ed ipofaringe.

Spesso l'obesità è un fattore determinate o favorente ma il disturbo si può presentare anche in soggetti magri e giovani nonché talvolta addirittura in età pediatrica.

dottore e dottoressa

Consulta la lista degli specialisti disponibili che si occupano di Apnee notturne. Verifica gli specialisti vicino a te 

Sintomi Sintomi

I sintomi più comuni dell'OSAS (Obstruction Sleep Apnea Syndrome) sono:

  • senso di sonno poco ristoratore
  • stanchezza persistente
  • cefalea mattutina
  • frequente minzione notturna
  • talvolta eccessiva sonnolenza diurna.

In alcuni casi si presentano episodi di risveglio improvviso con senso di soffocamento (chocking).

Diagnosi Diagnosi

La diagnosi si può eseguire con diversi sistemi di monitoraggio cardiorespiratorio notturno.

Esistono sistemi di screening semplificato (apnea test, etc.) ma l'esame consigliato di base è il monitoraggio cardiorespiratorio notturno completo (spesso definito impropriamente poliosnnografia) che registra i valori di ossigenazione ematica (saturazione), la frequenza cardiaca, il flusso nasale o oronasale, i movimenti toracoaddonminali, il russamento, più eventualmente i movimenti degli arti inferiori.
In casi selezionati può essere necessario eseguire una polisonnografia di laboratorio in camera del sonno con videoassistenza.

  Scopri gli Specialisti che si occupano di
Apnee notturne vicino a te 

Rischi Rischi

L'OSAS determina problemi di varia natura; rischi connessi con l'eccessiva sonnolenza diurna che possono essere rappresentati da incapacità di concentrazione sullo studio e sul lavoro, colpi di sonno alla guida o durante attività lavorativa (le nuove normative sui rinnovi della patente di guida tengono conto proprio di ciò), ma i problemi non finiscono qui; spesso i malati di OSAS sviluppano ipertensione arteriosa anche molto difficile da curare, aumentando i rischi di accidenti cardiovascolari (infarti, aritmie, ictus).

Sembra che molte altre patologie, tra cui il diabete, siano facilitate dalla presenza di OSAS. Nei fumatori con bronchite cronica ostruttiva, l'OSAS spesso si associa alla malattia di base accentuando i fattori di rischio di entrambe le malattie.

Cure e Trattamenti Cure e Trattamenti

Raggiunta una corretta diagnosi, si possono proporre numerosi approcci terapeutici personalizzati che devono tener conto della gravità del problema, dell'età e della morfologia del paziente.

Si può proporre una riduzione importante del peso corporeo nei soggetti obesi (dieta, chirurgia bariatrica, etc); trattamento ortodontico con sistemi di avanzamento mandibolare nelle forme lievi/moderate con retrognazia,chirurgia (uvulopalatoplastica, tronsillectomia ,etc).

Ma l'approccio più utilizzato, che da risultati sicuri nella stragrande maggioranza dei pazienti, è quello con l'uso della CPAP (acronimo di Continuous Positive Airway Pressure) notturna che altro non è se non una turbina che spinge aria nelle vie aeree tramite una maschera nasale o facciale, impedendo alle vie aeree stesse di collassare.

In definitiva la diagnosi è il primo passo poi l'approccio terapeutico deve essere definito in accordo tra specialista e paziente.

Dr. Giovanni Borio
A cura del Dr. Giovanni Borio
Pneumologo

I tuoi Medici preferiti

Caricamento...