Agorafobia

Foto medico non presente

A cura del Dr. Vassilis Martiadis

Psichiatra

Cos'è Cos'è

Letteralmente l'agorafobia è la paura eccessiva e immotivata degli spazi aperti, in genere degli spazi molto ampi, dove sono pochi i punti di riferimento (ad esempio piazze molto grandi, centri commerciali, stadi, etc.).

Cause Cause

L'agorafobia condivide gran parte delle cause con gli altri disturbi d'ansia dei quali è generalmente un sintomo o una manifestazione più o meno prevalente.

A una predisposizione genetica e familiare, si sommano alterazioni di alcuni neurotrasmettitori (in particolare la serotonina) e alcune caratteristiche di personalità che indirizzano verso un maggiore rischio di sviluppare il disturbo o il sintomo.

Sintomi Sintomi

La persona sperimenta un disagio crescente nel trovarsi in spazi aperti, generalmente molto ampi e più o meno affollati.

Il disagio può manifestarsi con caratteristiche multiformi che possono coinvolgere l'equilibrio (sensazione di capogiro, di perdere la stabilità, etc.), l'apparato cardiovascolare (tachicardia, palpitazioni, vampate di calore, rossore, calore o freddo improvviso, etc.), gastrointestinale (dolori addominali, nausea, etc.), neuromuscolare (tensione muscolare, tremori, sensazione di intorpidimento degli arti, formicolii, etc.).

La persona in conseguenza del disagio provato tende ad evitare la permanenza o il passaggio nei luoghi temuti oppure tende a ricercare compagnia e sostegno di altre persone che possano rassicurarla.

Diagnosi Diagnosi

La diagnosi è clinica attraverso l'esame psichico e la raccolta dei dati anamnestici e delle manifestazioni sintomatologiche. In genere il disturbo fa parte di un disturbo d'ansia (disturbo da attacchi di panico o disturbo d'ansia generalizzata più frequentemente).

Rischi Rischi

Il rischio principale è quello della maggior parte dei disturbi d'ansia ossia del progressivo peggioramento della qualità della vita, poichè il paziente ha la tendenza a ridurre progressivamente fino a evitare completamente la permanenza o il solo passaggio nei luoghi temuti, che via via possono diventare nel tempo anche meno ampi di quello che si possa verificare inizialmente.

Cure e Trattamenti Cure e Trattamenti

La terapia si può avvalere dell'uso di farmaci (in genere antidepressivi  temporaneamente associati o meno ad ansiolitici) oppure della psicoterapia cognitivo-comportamentale.

L'associazione dei due tipi di terapia può aumentare gli effetti positivi dell'una e dell'altra metodica.

L'informazione presente nel sito deve servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In caso di disturbi e/o malattie rivolgiti al tuo medico di base o ad uno specialista.


Specializzazioni correlate

Vuoi una parlare con uno specialista?
Hai bisogno di un Dottore per Agorafobia?

I tuoi Medici preferiti

Caricamento...