Sincope

Prof. Andrea Semplicini
A cura del Prof. Andrea Semplicini
Medico Internista

Cos'è Cos'è

La sincope è causata da una riduzione improvvisa del flusso sanguigno al cervello. Con il termine presincope si intende quell’insieme di sintomi che precedono talora la sincope, caratterizzato da fiacchezza intensa, sudorazione fredda, pallore, annebbiamento della vista, nausea e disturbi di stomaco, difficoltà a mantenere la stazione eretta. Questi sintomi possono non essere seguiti da compromissione dello stato di coscienza e quindi da caduta a terra.

In passato si usavano anche i termini di “svenimento” o “lipotimia” e “prelipotimia” per indicare l’associazione di alterazioni dello stato di coscienza con manifestazioni neurovegetative quali nausea, sudorazione fredda, peso epigastrico, ecc. Tali termini sono generici ed imprecisi, sono fonte di confusione e dovrebbero essere abbandonati anche per uniformare la terminologia italiana a quella internazionale.

La sincope è responsabile di circa il 1-2% delle prestazioni di Pronto Soccorso e del 2-6% dei ricoveri ospedalieri che nella maggior parte dei casi sono in pazienti di età superiore ai 65 anni. Almeno il 30% della popolazione ha avuto almeno un episodio sincopale nel corso della vita.

Cause Cause

La sincope può essere dovuta ad una varietà di cause, la maggior parte benigne, ma in alcuni casi sono pericolose se non riconosciute correttamente e in tempo. Per questo si deve fare il massimo sforzo per distinguere le prime dalle seconde. Le forme principali sono: le sincopi neuromediate (vasovagale, senocarotidea, situazionale), le sincopi ortostatiche, le sincopi di origine cardiaca (aritmiche o meccaniche) e le sincopi cerebrovascolari.

Il meccanismo patologico comune a tutte queste forme di sincope è una brusca riduzione del flusso sanguigno globale al cervello, sia alle strutture corticali che a quelle sottocorticali della sostanza reticolare attivatrice del tronco encefalico, responsabile del mantenimento della vigilanza e dello stato di veglia, cioè della coscienza.

Le cause della riduzione dell’arrivo di sangue al cervello sono varie: riflesse neuromediate (sincopi neuromediate), ortostatiche (cioè che si manifestano in posizione eretta), cardiache aritmiche e non aritmiche e da un particolare tipo di malattia cerebrovascolare che causa il cosiddetto “furto della succlavia”.

dottore e dottoressa

Consulta la lista degli specialisti disponibili che si occupano di Sincope. Verifica gli specialisti vicino a te 

Sintomi Sintomi

Il sintomo cardine della sincope è l’improvvisa e transitoria perdita di coscienza associata a collasso posturale, cioè a caduta a terra se il paziente è in piedi, seguita rapidamente da ripresa della coscienza completa e senza reliquati purché il paziente rimanga disteso.

La sincope può essere preceduta da sintomi di accompagnamento (annebbiamento della vista, fischi nelle orecchie, nausea, sudorazione profusa, batticuore, dolore al torace) che sono molto importanti per distinguere i vari tipi di sincope e suggerire eventuali ulteriori accertamenti o cure specifiche.

Diagnosi Diagnosi

In primo luogo, si deve distinguere le vere sincopi da altre forme di perdita di coscienza improvvisa (crisi ipoglicemiche, crisi epilettiche, ictus cerebrali). Per la diagnosi di sincope e dei suoi sottotipi sono fondamentali la storia clinica del paziente, le circostanze in cui è avvenuta la sincope e la testimonianza dei presenti all’evento. Con la visita medica e la rilevazione di alcuni semplici parametri come la pressione arteriosa e la frequenza cardiaca si possono identificare già alcune cause di sincope.

Quando i primi accertamenti non sono chiarificatori si ricorre ad altri esami, via via più complessi (esami del sangue, ECG, ECG dinamico secondo Holter, ecocardiogramma…). Il percorso diagnostico è particolarmente importante e laborioso nei casi, per fortuna rari, in cui i primi accertamenti non sono chiarificatori e le sincopi sono ripetute.

  Scopri gli Specialisti che si occupano di
Sincope vicino a te 

Rischi Rischi

I rischi della sincope sono legati principalmente alla sua causa. Nelle sincopi che si manifestano quando il paziente è in piedi il primo rischio è il trauma da caduta e le sue conseguenze (ematomi, fratture, emorragie intracraniche). Molto importanti sono poi i rischi collegati alla causa della sincope.

Nel caso di sincope aritmica, il primo episodio può essere spia di aritmie più gravi, misconosciute e magari mortali, o addirittura dell’esordio di una malattia ischemica di cuore o di un infarto miocardico.

Nel caso di sincope cardiogena su base meccanica, la perdita di coscienza può essere indicatore di grave valvulopatia aortica o di una embolia polmonare. In alcuni casi una la sincope ortostatica può essere causata da un sanguinamento interno non ancora riconosciuto.

Cure e Trattamenti Cure e Trattamenti

Le cure della sincope sono molto varie come le sue cause. Nell’immediata occorrenza della sincope, bisogna mantenere disteso il paziente, magari sollevando le gambe al di sopra della testa per favorire il recupero della coscienza.

Poi la raccolta della storia clinica, l’esito della visita medica, l’ECG ed alcuni esami di base consentono di identificare le cause di sincope che richiedono l’immediata ospedalizzazione per le cure specifiche (impianto di pace-maker nel blocco atrio-ventricolare, terapia antiaritmica, trombolisi nell’embolia polmonare, rivascolarizzazione coronarica nell’infarto miocardico, trasfusione di sangue nelle emorragie interne, correzione di una valvulopatia cardiaca). In alcune sincopi benigne non è necessaria l’ospedalizzazione, ma bisogna eventualmente correggere una terapia antiipertensiva esagerata.

È raccomandato sempre educare il paziente a riconoscere i sintomi premonitori della sincope, per prevenire la caduta a terra ed i traumi conseguenti, e a rivolgersi ad un medico in caso di sincope fino a quando non sia stato completato il percorso diagnostico e non sia stata impostata la prevenzione e la corretta terapia.

Prof. Andrea Semplicini
A cura del Prof. Andrea Semplicini
Medico Internista

Specialisti che si occupano di sincope

Scegli la provincia di tuo interesse e prenota gratuitamente una visita in pochi click.

oppure scegli una provincia

I tuoi Medici preferiti

Caricamento...