Paralisi facciale

Dr. Riccardo Gazzola

A cura del Dr. Riccardo Gazzola

Chirurgo Plastico

Cos'è Cos'è

La Paralisi facciale è un disturbo che colpisce il nervo facciale e può portare ad un difetto, parziale o totale, della conduzione nervosa.

La funzione principale del nervo facciale è motoria. Innerva infatti i muscoli dell'espressione, come ad esempio i muscoli che muovono la bocca, chiudono l'occhio o sollevano il sopracciglio.

Il nervo facciale ha anche però una funzione sensitiva, infatti innerva parte della mucosa del palato, nasale e faringea, fornisce il gusto ai due terzi anteriori della lingua.

Un'ultima funzione, non meno importante, è quella parasimpatica che fornisce innervazione a diverse ghiandole salivari (tra cui la parotide) e lacrimali.

Una paralisi del nervo facciale può pertanto interrompere in maniera parziale o totale una o più di queste funzioni, a seconda delle modalità e del livello del danno.

Cause Cause

Le cause che possono portare ad una paralisi del facciale sono diverse.

Vi sono paralisi neonatali, ovvero che avvengono per un difetto dello sviluppo (come nella sindrome di Moebius) per un trauma durante il parto (paralisi ostetrica) o può essere un difetto acquisito. In quest'ultima categoria rientrano i traumi (del sistema nervoso centrale, del cranio o dei tessuti molli facciali), infezioni (ad esempio da Herpes zoster), tumori, intossicazioni.

Il tipo di paralisi più comune tuttavia rimane la paralisi di Bell, detta anche paralisi idiopatica. La causa di questo tipo di paralisi non è nota ma si pensa possa essere di origine virale. L'insorgenza è abbastanza rapida e nel 90% in parte regredisce. Solo nella metà dei casi tuttavia la ripresa è completa.

Sintomi Sintomi

I sintomi della paralisi facciale possono essere svariati in base alla causa scatenante, al livello della paralisi e dell'intensità del quadro.

Il disturbo più evidente consiste nell'incapacità di muovere i muscoli dell'espressione (solitamente da un lato solo). In particolare potrebbe non essere più possibile muovere bene la bocca, perdere saliva, si potrebbe osservare l'incapacità di chiudere l'occhio o alzare il sopracciglio.

Si potrebbero manifestare anche perdita parziale del gusto, secchezza buccale e oculare.

Diagnosi Diagnosi

La diagnosi iniziale è prevalentemente clinica. E' necessaraio un esame neurologico accurato. Test elettrodiagnostici possono essere utilizzati per valutare la funzionalità del nervo, mentre TC e Risonanza Magnetica sono utili per rilevare problemi del percorso intracranico del nervo o problemi del sistema nervoso centrale.

Rischi Rischi

Una paralisi non trattata o trattata parzialmente può rendersi definitiva con perdita della funzionalità mimica (generalmente da un lato), difficoltà nell'eloquio (per difficoltà a muovere la bocca) e nell'alimentazione (per incontinenza orale).

Inoltre una paralisi non trattata può portare a danni corneali (per secchezza oculare e microtraumatismi corneali).

 

Cure e Trattamenti Cure e Trattamenti

Il trattamento della paralisi facciale dipende dalla causa, dal livello del danneggiamento, dalle strutture coinvolte.

La terapia può consistere nella riparazione immediata del danno (ad esempio se è dovuta ad un trauma), o può anche avvenire in un secondo tempo rispetto all'evento che ha scatenato la paralisi e consistere nella ricostruzione dell'innervazione, utilizzando il nervo facciale controlaterale funzionante (si parla di innesto di tipo “cross-face”).

Se la muscolatura dal lato danneggiato fosse completamente atrofica, è possibile utilizzare trapianti muscolari da altre regioni del corpo (come ad esempio di un muscolo della gamba, il muscolo “gracile”).
E' anche previsto, laddove non sia possibile utilizzare il nervo controlaterale, effettuare una correzione “statica” della paralisi. In altre parole si tratta di correggerne gli effetti, ad esempio con interventi di sospensione dell'angolo della bocca (ad esempio tramite filo o tessuto fasciale prelevato dalla coscia).
La scelta della strategia più adatta è calibrata sul singolo paziente e va accuratamente discussa durante la visita chirurgica.

L'informazione presente nel sito deve servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In caso di disturbi e/o malattie rivolgiti al tuo medico di base o ad uno specialista.


Specializzazioni correlate

Vuoi una parlare con uno specialista?
Hai bisogno di un Dottore per Paralisi facciale?

I tuoi Medici preferiti

Caricamento...