Papilloma virus (HPV)

Dr.ssa Nicoletta Danuso

A cura del Dr.ssa Nicoletta Danuso

Ginecologo

Cos'è Cos'è

I virus HPV hanno numerosi sottotipi in grado di causare lesioni diverse. Alcuni di questi virus causano le verruche, che in genere colpiscono mani e piedi, altri sottotipi causano i condilomi, altri ancora determinano lesioni cellulari al collo dell’utero che in un’esigua percentuale di casi possono con il tempo sfociare in lesioni tumorali.

Il virus HPV è estremamente diffuso, secondo le stime almeno il 70% della popolazione ne viene a contatto durante la vita, anche se solo una piccola parte manifesta lesioni.

Cause Cause

L'HPV si trasmette solitamente per via sessuale, ma il contagio può avvenire anche per altre vie (oggetti contaminati). L’esposizione al virus non sempre causa le lesioni, essendo determinanti per la loro manifestazione anche le difese immunitarie (generali o specifiche per il tipo di virus) della persona esposta.

Sintomi Sintomi

Le lesioni cellulari del collo dell'utero e della vagina non danno alcun sintomo. I condilomi genitali a volte causano lieve irritazione.

Diagnosi Diagnosi

L'infezione da HPV del collo dell'utero viene rilevata attraverso il paptest, nel quale si evidenziano le alterazioni cellulari causate dal virus. Ancora più sensibile per la diagnosi di infezione è il test per rilevare la presenza stessa DNA virale (HPV test). Con il test HPV si riconoscono i virus ad alto rischio, cioè in grado di provocare alterazioni tumorali.

In caso di paptest e/o HPV test positivo si deve eseguire una colposcopia (esame con il quale il collo dell'utero viene osservato con una lente a forte ingrandimento), ed eventuale biopsia con successivo esame istologico delle lesioni rilevate.

Rischi Rischi

In una piccola percentuale di persone il virus può integrarsi nel DNA delle cellule del collo dell'utero, trasformandole nel corso del tempo in cellule tumorali. Le alterazioni lievi molto spesso regrediscono spontaneamente, ma in alcuni casi possono progredire determinando il tumore del colo dell'utero.

Il virus HPV è anche implicato in alcuni tumori della vulva, del pene, dell'ano, della faringe.

Cure e Trattamenti Cure e Trattamenti

Il trattamento delle lesioni da HPV è in genere attendista fino a che le alterazioni sono di basso grado, perché spesso vanno incontro a regressione spontanea. Le lesioni del collo dell'utero di alto grado (HSIL) vengono trattate ambulatorialmente, rimuovendo la zona della lesione con ansa diatermica (LEEP) o laser. Di solito questo piccolo intervento è risolutivo e non compromette la fertilità.

Da qualche anno è disponibile in commercio la vaccinazione contro il virus HPV, che attualmente viene praticata (su base non obbligatoria) alle bambine della scuola media inferiore. Oltre a proteggere contro i sottotipi più comunemente responsabili delle trasformazioni maligne del collo dell’utero, il vaccino protegge anche contro i due tipi di virus più comunemente implicati nel causare i condilomi (HPV 6 e 11). La vaccinazione può comunque essere praticata da qualunque soggetto, femmina o maschio, di meno di 45 anni (età sotto la quale la reazione immunitaria è efficiente).

L'informazione presente nel sito deve servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In caso di disturbi e/o malattie rivolgiti al tuo medico di base o ad uno specialista.


Specializzazioni correlate

Vuoi una parlare con uno specialista?
Hai bisogno di un Dottore per Papilloma virus (HPV)?

I tuoi Medici preferiti

Caricamento...