Morbo di Crohn

Dr.ssa Rita Monterubbianesi
A cura della Dr.ssa Rita Monterubbianesi
Gastroenterologo

Cos'è Cos'è

Il Morbo di Crohn è un processo infiammatorio che coinvolge tutti gli strati della parete intestinale e può colpire punti diversi del canale alimentare con parti di intestino sani tra due tratti malati; si localizza più frequentemente nel colon e nel tratto di intestino tenue distale, vicino alla valvola ileocecale che separa il piccolo dal grosso intestino. .

Cause Cause

Sebbene la causa rimanga sconosciuta, c'è accordo generale che la malattia di Crohn sia una patologia ad eziologia multifattoriale nella quale intervengono una predisposizione genetica, fattori ambientali, squilibri della flora batterica intestinale ed il sistema immunitario. Questi fattori, insieme, generano e mantengono la reazione infiammatoria cronica.

dottore e dottoressa

Consulta la lista degli specialisti disponibili che si occupano di Morbo di Crohn. Verifica gli specialisti vicino a te 

Sintomi Sintomi

I sintomi iniziali possono essere insidiosi e vaghi. Possono comprendere febbricola, perdita di peso, sintomi extra-intestinali come dolori articolari e ascessi perianali. Se la sintomatologia intestinale è lieve, spesso la diagnosi viene fatta in ritardo. Spesso però diarrea e dolori addominali sono i sintomi di esordio. La diarrea cronica, definita come una riduzione della consistenza delle feci da oltre 6 settimane, e il dolore addominale sono presenti in più del 70% dei pazienti alla diagnosi, a seguire sangue e/o muco nelle feci, meno frequentemente lesioni perianali (il 10% dei pazienti prsenta tale sintomo alla diagnosi). 

Diagnosi Diagnosi

La diagnosi si basa sulla integrazione di diverse metodiche:

  • Esami ematici (aumento degli indici di infiammazione quali VES e PCR, lieve anemia, aumento del numero dei globuli bianchi).
  • Calprotectina fecale.
  • Endoscopia: la colonscopia è il primo accertamento da effettuare per valutare il colon e l'ileo terminale e prelevare campioni bioptici per avere la conferma istologica del tipo e della severità delle lesioni flogistiche.
  • Entero RMN ed ecografia delle anse intestinali per lo studio dell'intestino tenue e la rilevazione di eventuali complicanze quali ascessi, fistole, malattia perianale.

  Scopri gli Specialisti che si occupano di
Morbo di Crohn vicino a te 

Rischi Rischi

Vista la natura transmurale della patologia, ovvero il coinvolgimento di tutti gli strati della parete intestinale, sono piuttosto comuni complicanze quali ascessi e formazione di tratti fistolosi tra diverse anse intestinali o tra un'ansa intestinale ed altri organi adiacenti (vescica, cute). La malattia di Crohn si associa inoltre a manifestazioni cosiddette extra-intestinali, a carico di articolazioni, occhi, cute.

Cure e Trattamenti Cure e Trattamenti

Obiettivo della terapia è indurre una risposta clinica ed endoscopica e mantenere la remissione a lungo termine. 

I farmaci attualmente disponibili appartengono alle seguenti categorie e vengono utilizzati a seconda del grado di severità della malattia:

  • aminosalicilati: mesalazina (5ASA)
  • antibiotici: fluorochinolonici, rifaximina, metronidazolo
  • corticosteroidi: budesonide, prednisone, metilprednisolone
  • immunosoppressori: azatioprina, 6mercaptopurina, metotrexato
  • farmaci biologici: infliximab, adalimumab, vedolizumab.
Dr.ssa Rita Monterubbianesi
A cura della Dr.ssa Rita Monterubbianesi
Gastroenterologo

Specialisti che si occupano di morbo di Crohn

Scegli la provincia di tuo interesse e prenota gratuitamente una visita in pochi click.

oppure scegli una provincia

I tuoi Medici preferiti

Caricamento...