Dispnea (Fame d'aria)

Dr. Daniele Santucci

A cura del Dr. Daniele Santucci

Cardiologo

Cos'è Cos'è

La dispnea è definita come la "difficoltà a respirare" dalla frequenza respiratoria (ovvero il numero di atti respiratori al minuti). Si definisce tachipnea una frequenza superiore a 20/minuto, bradipnea inferiore a 12/minuto.

Tale definizione è indipendente anche dal valore di Saturazione di ossigeno.

Cause Cause

Le cause di Dispnea possono essere inquadrate per sistemi di "appartenenza", ovvero a seconda di quale sistema può provocarla.

Le principali cause sono: 

  • Respiratorie: polmonite, bronchite acuta, tumori polmonari o delle vie aeree superiori, BPCO ed enfisema, pleurite.
  • Cardiologiche: infarto, scompenso cardiaco, cardiomiopatie, miocardiopatie, aritmie, embolia polmonare, pericardite, miocardite, patologie valvolari.
  • Allergiche: come ad esempio l'asma, la laringite dovute a chiusura dei piccoli muscoli che costituiscono le pareti.
  • Ansiogene: detta spesso "dispnea da stess".
  • Gastroenterologiche: reflusso gastroesofageo, patologie epatiche prevalentemente scompensate.
  • Da farnaci: che alterano il respiro.
  • Malattie neurologiche.

Sintomi Sintomi

La dispnea è di per sè un sintomo (sensazione di fame d'aria). 

Nella dispnea il medico identifica dei segni (definiti umidi: crepitii, rantoli a piccole medie o grandi bolle o secchi: ronchi, fischi, sibili) e da quelli cerca di risalire oltre all'anamesi ed agli esami strumentali alla potenziale causa.

Diagnosi Diagnosi

La diagnosi di dispnea come appena detto prevede vari steps:

  • Anamnesi (raccolta dei dati);
  • Visita clinica (auscultazione, valutazione dello stato respiratorio ed emodinamico);
  • Esami strumentali (saturimetria, ECG, ECOCARDIOGRAMMA, Rx torace, TC torace con o senza mezzo di contrasto, spirometria).

Rischi Rischi

La dispnea può essere lieve o severa, cronica o acuta. 
A seconda della modalità di presentazione e della causa i rischi potranno essere gestibili oppure immediati per la vita.

Esempio è il forte fumatore che ha una BPCO - bronchite cronica - che generalmente riesce a gestire il suo respiro "affannato".

Ben diverso sarà l'edema polmonare acuto ("acqua nei polmoni") insorto improvvisamente in un paziente cardiopatico per cui necessita di terapie intensive immediate.

L'informazione presente nel sito deve servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In caso di disturbi e/o malattie rivolgiti al tuo medico di base o ad uno specialista.


Specializzazioni correlate

Vuoi una parlare con uno specialista?
Hai bisogno di un Dottore per Dispnea (Fame d'aria)?

Trova il medico più adatto alle tue esigenze su iDoctors, il primo sito in Italia per la prenotazione di visite mediche ed esami, al tuo fianco dal 2008.

I tuoi Medici preferiti

Caricamento...