Polmonite

Prof. Pietro Serra
A cura del Prof. Pietro Serra
Medico Internista

Cos'è Cos'è

La polmonite è una malattia comune e potenzialmente letale, tanto che si dice che è “la compagna più fedele dell’uomo”, in quanto gli è vicina al momento della morte.

È un'infezione del parenchima polmonare, che può colpire soggetti di tutte le età, ma è assai pericolosa nei bambini, nei soggetti di età > a 65 aa, e nei pazienti che hanno problemi cardiaci, o broncopneumopatie croniche, oppure diabete.

La maggioranza dei casi si verifica nei mesi invernali.

Cause Cause

La polmonite può essere causata da una varietà di microrganismi, inclusi virus, batteri e meno comunemente funghi. I microrganismi più frequentemente causa di polmonite sono Streptococcus pneumoniae, Hemophilus influenzae, Legionella pneumophila e Staphylococcus aureus. Più raramente è in causa Mycoplasma pneumoniae. I virus sono responsabili del 20% circa delle polmoniti. I funghi in genere colpiscono pazienti con grave compromissione dei meccanismi di difesa.

Si distinguono abitualmente due forme di polmonite, quella acquisita in comunità e quella acquisita in Ospedale o a ridosso di una dimissione ospedaliera.

È diversa la gravità delle due forme, essendo la seconda, quella acquista in Ospedale, causata da microrganismi meno sensibili ai comuni trattamenti antibiotici.

Circa il 20% delle persone affette da Polmonite necessita del ricovero ospedaliero.

dottore e dottoressa

Consulta la lista degli specialisti disponibili che si occupano di Polmonite. Verifica gli specialisti vicino a te 

Sintomi Sintomi

In genere i sintomi che lasciano pensare a una polmonite sono un interessamento generale importante, un aumento della tosse con espettorato, specie in seguito a una apparentemente comune sindrome influenzale, la comparsa di febbre con brivido, una anamnesi positiva per malattie respiratorie croniche.

I sintomi più comuni della polmonite sono febbre, brivido, affanno, dolore al torace (se vi è infiammazione pleurica), tachicardia, aumento della frequenza respiratoria, tosse con espettorato a volte giallastro o raramente colorato in rosa. Può anche essere presente uno stato di confusione mentale; più raramente vomito e diarrea.

Diagnosi Diagnosi

La diagnosi può essere fatta con la storia e con l’esame obbiettivo, ma è spesso necessario uno studio radiologico (Rx del torace oppure una Tomografia computerizzata).

Possono essere indicati esami del sangue, e particolari esami microbiologici quali la cultura dell’espettorato, emocolture, esami sierologici ed esami delle urine per il riconoscimento dei microrganismi causali. Una leucocitosi neutrofila caratterizza un’infezione batterica.

  Scopri gli Specialisti che si occupano di
Polmonite vicino a te 

Rischi Rischi

Alcuni gruppi di adulti sono a maggior rischio di sviluppare la polmonite:

  1. Soggetti di età > 65 aa
  2. Fumatori
  3. Malnutriti
  4. Pazienti con malattie polmonari, quali Fibrosi cistica, Asma o Broncopneumopatia cronica ostruttiva
  5. Diabete o malattie cardiovascolari
  6. Alterazioni del sistema immunitario (Pazienti con HIV o soggetti esposti a trattamento con Cortisonici)
  7. Pazienti con alterazione dello stimolo della tosse, sia per l’uso di farmaci sedativi, sia per alcol e sia per ridotta mobilità
  8. Pazienti che recentemente hanno avuto una infezione respiratoria virale.

Cure e Trattamenti Cure e Trattamenti

È importante in alcuni casi verificare lo stato di ossigenazione del paziente e questo può essere fatto o con un saturimetro (un dispositivo che si pressa all’estremità di un dito a o in un lobo dell’orecchio) che informa sulla percentuale di ossigenazione dell’emoglobina circolante, o in maniera più precisa con un’emogasanalisi, attraverso un prelievo di sangue arterioso.

In base agli esami clinici e di laboratorio si stabilisce se è opportuno che il paziente venga ricoverato in ospedale, quale terapia deve essere somministrata e, in definitiva, la prognosi della forma clinica.

Varie complicazioni possono conseguire alla polmonite:

  1. Versamento pleurici
  2. Ascesso polmonare
  3. Batteriemia
  4. Eventi cardiovascolari.

Se la polmonite è acquista in comunità e il soggetto non ha particolari elementi di rischio, può essere trattato anche a domicilio con un trattamento empirico, se, invece, ci sono fattori di rischio particolari, o se esistono elementi particolari di gravità clinica e/o si tratta di una forma di polmonite acquisita in Ospedale, il paziente deve essere ricoverato e la terapia deve essere scelta con adeguatezza e con competenza e monitorizzata nei suoi effetti.

Prof. Pietro Serra
A cura del Prof. Pietro Serra
Medico Internista

Specialisti che si occupano di polmonite

Scegli la provincia di tuo interesse e prenota gratuitamente una visita in pochi click.

oppure scegli una provincia

I tuoi Medici preferiti

Caricamento...