Cerca uno specialista, una prestazione medica, una patologia o il nome del medico

Calazio

Dr. Gustavo Brusasco

Dr. Gustavo Brusasco

Oculista Medico Chirurgo, specialista in Oftalmologia Creato il: 08/07/2017 Ultimo aggiornamento: 18/12/2023

Il Calazio è un processo infiammatorio localizzato a livello delle ghiandole palpebrali con conseguente tumefazione della palpebra. 

Apparentemente simile all’orzaiolo, si differenzia da questo per:

  • origine: il calazio origina dall’occlusione di un dotto ghiandolare mentre l’orzaiolo ha origini infettive;
  • evolutività: col tempo il calazio tende a ridursi mentre l’orzaiolo persiste come nodulo doloroso ai margini della palpebra;
  • forma e locazione: il calazio nasce come tumefazione per divenire progressivamente un nodulo indolore al centro della palpebra. L’orzaiolo è un nodulo doloroso localizzato ai margini della palpebra.

Il calazio è una patologia autolimitante.

Calazio

Cause Cause

La principale causa del calazio è l’occlusione di un dotto ghiandolare palpebrale. 

Tale dotto è visibile sul bordo palpebrale dietro le ciglia ed è adibito a secernere sostanze lipidiche utili a ridurre la velocità di evaporazione delle lacrime. 

Le cause dell’occlusione sono di ordine multifattoriale: 

  • fattori ormonali: che influenzano la densità dei lipidi secreti;
  • fattori alimentari;
  • scarsa igiene palpebrale
  • fattori infiammatori: come la blefarite; 
  • condizioni sistemiche predisponenti: come la dermatite seborroica, l’acne rosacea e le disfunzioni tiroidee.

Sintomi Sintomi

La manifestazione clinica più evidente del calazio è la comparsa di una tumefazione a lenta crescita sulla palpebra, accompagnata o meno da arrossamento. Può accompagnarsi anche a secrezione sebacea e dolore sordo, con senso di peso.

Generalmente, la patologia si autolimita a poche settimane dall’insorgenza, trasformandosi in un nodulo indolore localizzato al centro della palpebra. 

Diagnosi Diagnosi

La diagnosi da calazio è prevalentemente clinica ed è da sospettare in tutti quei pazienti che, alla luce dell’esame obiettivo, rivelino una tumefazione in prossimità della palpebra inferiore. 

Il calazio entra in diagnosi differenziale con altre lesioni benigne come:

  • differenti tipi di infiammazione cronica del margine palpebrale;
  • cheratosi seborroica;
  • cisti da inclusione epiteliale;
  • granuloma piogenico;
  • papilloma;
  • iperplasia di una ghiandola sebacea;
  • nevo intradermico;
  • reazione infiammatoria granulomatosa ad un corpo estraneo;
  • granuloma necrotizzante;
  • dermatofibroma;
  • idrocistoma.

Può mascherare inoltre lesioni di vario grado di malignità come:

  1. carcinoma sebaceo;
  2. carcinoma basocellulare;
  3. infiammazione cronica con atipie cellulari e figure mitotiche Sebaceous cell carcinoma;
  4. carcinoma di Merkel;
  5. melanoma desmoplastico;
  6. carcinoma microcistico degli annessi;
  7. neurolennoma.

In caso di dubbio diagnostico è sempre bene effettuare un prelievo istologico.

Rischi Rischi

Sebbene la patologia sia autolimitante, in alcuni casi però, specie quelli caratterizzati da grossi calazio provocanti ptosi meccaniche in bambini, può generare un’ambliopia.

Nei soggetti anziani, invece è bene sempre considerare in diagnosi differenziale la possibilità di un carcinoma sebaceo o altre forme maligne.

Cure e Trattamenti Cure e Trattamenti

La cura del calazio consiste nel trattamento della lesione presente e nella prevenzione di altre lesioni nella stessa sede. 

La terapia medica è il gold standard della cura del calazio, somministrata generalmente come segue: 

  • modificazioni nel regime alimentare: evitare insaccati e altri cibi ricchi di lipidi, ridurre alcol, caffè e cioccolato così come i cibi fritti e altamente raffinati; 
  • detersione del bordo palpebrale: con cotton-fioc;
  • applicazione di pomate antibiotiche: su consiglio dell’oculista per un massimo di 3-4 volte al giorno; 
  • protezione del bulbo oculare: tramite l’uso di occhiali da sole e cappelli per ridurre l’esposizione ai raggi UV.

Bibliografia

  • Jordan GA, Beier K. Chalazion. 2023 Jul 31. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2023 Jan–. PMID: 29763064.
  • Suzuki T, Katsuki N, Tsutsumi R, Uchida K, Ohashi K, Eishi Y, Kinoshita S. Reconsidering the pathogenesis of chalazion. Ocul Surf. 2022 Apr;24:31-33. doi: 10.1016/j.jtos.2021.12.010. Epub 2021 Dec 24. PMID: 34958961.
  • Carlisle RT, Digiovanni J. Differential Diagnosis of the Swollen Red Eyelid. Am Fam Physician. 2015 Jul 15;92(2):106-12. PMID: 26176369.

L'informazione presente nel sito deve servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In caso di disturbi e/o malattie rivolgiti al tuo medico di base o ad uno specialista.

Cerca i migliori specialisti che si occupano di Calazio nelle province di: Roma, Milano, Treviso, Bari

Vuoi una parlare con uno specialista?
Hai bisogno di un Dottore per Calazio?

Trova il Medico più adatto alle tue esigenze.

Hai bisogno di un Dottore per Calazio?
Caricamento...