Angina (angina pectoris)

Dr. Guglielmo Actis Dato

A cura del Dr. Guglielmo Actis Dato

Cardiochirurgo

Cos'è Cos'è

L'angina rappresenta il sintomo caratteristico della ischemia cardiaca. Spesso si manifesta durante uno sforzo o attività fisica e determina, nel soggetto che ne è colpito, una sensazione molto sgradevole oltre che dolorosa al petto, con irradiazione al collo o allo stomaco o al braccio sinistro.

Cause Cause

Il restringimento generalmente su base arteriosclerotica delle coronarie è la causa più frequente di angina. Talvolta l'assunzione di alcuni farmaci o di droghe come la cocaina, possono provocare uno spasmo coronarico con conseguente comparsa di dolore anginoso che può evolvere verso l'infarto miocardico.

Sintomi Sintomi

Spesso all'angina si associano altri sintomi come la mancanza di fiato o le aritmie cardiache, tipiche dello scompenso provocato dalla riduzione della funzione del cuore durante l'ischemia, e l'irritazione con conseguente comparsa di extrasistoli, fibrillazione atriale o aritmie maggiori fino all'arresto cardiaco.

Diagnosi Diagnosi

L'angina rappresenta un segno tipico della ischemia cardiaca che può essere facilmente diagnosticata mediante un elettrocardiogramma. Nei casi di ischemia cronica l'elettrocardiogramma basale può già presentare segni di alterazione caratteristici.

Diversamente in presenza di un tracciato basale normale, l'esecuzione di un elettrocardiogramma sotto sforzo può rendere palese la presenza di una ischemia cardiaca. La coronarografia rappresenta quindi il test diagnostico più importante per evidenziare la presenza di lesioni coronariche e decidere quindi il trattamento più idoneo.

Rischi Rischi

I rischi legati alla angina sono gli stessi della malattia arteriosclerotica, ovvero lo scompenso cardiaco, la morte improvvisa

Cure e Trattamenti Cure e Trattamenti

Il trattamento dell'angina consiste nella terapia medica a base di farmaci vasodilatatori, anticoagulanti per fluidificare il sangue, e nei casi in cui siano presenti lesioni sulle arterie che ostruiscono il flusso del sangue, l'angioplastica e il by pass coronarico

In taluni casi possono rendersi necessarie procedure associate sulla valvola mitralica o l'impianto di pacemakers o defibrillatori, per ridurre il rischio legato alla evoluzione dello scompenso. Nei casi più gravi si può arrivare anche al trapianto cardiaco.

L'informazione presente nel sito deve servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In caso di disturbi e/o malattie rivolgiti al tuo medico di base o ad uno specialista.


Specializzazioni correlate

Scegli lo specialista e prenota la tua visita per Angina (angina pectoris) con iDoctors

oppure

Ti terremo informato sulle promozioni in corso riguardo visite a prezzi scontati

I tuoi Medici preferiti

Caricamento...