Aneiaculazione

Dr. Andrea Loreto

A cura del Dr. Andrea Loreto

Urologo

Cos'è Cos'è

L’aneiaculazione è un disturbo che provoca l’assenza di emissione del liquido seminale in concomitanza o meno con l’orgasmo.

Cause Cause

Abitualmente la causa si attribuisce a una componente psicologica oppure a una concomitante inibizione farmacologica, ad esempio quando si utilizzano farmaci antidepressivi o antispicotici o antipertensivi e perfino l'abuso di alcolici.

Talvolta la causa però è dovuta ad una ostruzione dei dotti eiaculatori o delle vescicole seminali che può essere congenita o acquisita. Questa provoca una perdita di capacità di portare all'esterno lo sperma.

In rari casi, i tumori prostatici primari o di origine secondaria possono generare questa condizione ed anche, seppur in maniera ancora più rara, la fibrosi prostatica o le prostatiti. 

Sintomi Sintomi

L’aneiaculazione può essere associata ad una delle seguenti condizioni:

  • Pregressa prostatectomia, cistectomia o interventi addominali demolitivi
  • Morbo di Parkinson
  • Sclerosi Multipla
  • Diabete
  • Lesione del midollo spinale
  • Anomalie dell’apparato urogenitale maschile.

Diagnosi Diagnosi

L'esame è un normale esame urine eseguito successivamente ad un rapporto sessuale. L'esame dovrà ricercare la presenza di spermatozoi

Rischi Rischi

La complicazione diagnostica consiste nel fatto che l’aneiaculazione è indistinguibile dall’eiaculazione retrograda (condizione in cui il liquido seminale viene espulso in vescica invece che all’esterno).

I rischi sono correlati più che alla patologia in sè, alle patologie associate se non trattate e alle patologie di origine psicologica, farmacologica e organiche che hanno dato inizio all'aneiaculazione. 

Cure e Trattamenti Cure e Trattamenti

La cura dell'aneiaculazione è multimodale, cercando di risolvere le problematiche psicologiche, farmacologiche e organiche del paziente oltre che trattare le eventuali patologie concomitanti.

L'informazione presente nel sito deve servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In caso di disturbi e/o malattie rivolgiti al tuo medico di base o ad uno specialista.


Specializzazioni correlate

Vuoi una parlare con uno specialista?
Hai bisogno di un Dottore?

I tuoi Medici preferiti

Caricamento...