Mastectomia

Cos'è, cause, cure e trattamenti

Cerca lo specialista vicino a te e prenota!
A cura della Dr.ssa Maria Ghizzoni

Cos'è

La mastectomia è un intervento chirurgico che consiste nell'asportazione della mammella, o del tessuto mammario, in persone, sia uomini che donne, affette da tumore al seno.

Cause

Le neoplasie della mammella rappresentano la malattia maligna più diffusa nel sesso femminile (29%), ma non escludono il sesso maschile (1%).

Cure e Trattamenti

Esistono vari tipi di mastectomia:

  • Sottocutanea. Comporta l'asportazione dell'intera ghiandola mammaria preservando la cute della mammella e il complesso areola-capezzolo. È l'intervento ideale quando si voglia ricostruire in contemporanea la mammella mediante inserimento di protesi.
  • Skin Sparing Mastevtomy prevede l'asportazione della ghiandola mammaria con il complesso areola-capezzolo conservando in parte o completamente la cute sovrastante.
  • Semplice. Consiste nell'asportazione in blocco della ghiandola mammaria e del complesso areola-capezzolo, fino alla fascia del muscolo grande pettorale, non associata alla linfoadenectomia ascellare. Viene praticata nel caso in cui il linfonodo sentinella non sia interessato da metastasi. 
  • Radicale o Mastectomia secondo Halsted. Consiste nella asportazione totale della mammella compresi i due muscoli pettorali su cui poggia e dell'intero pacchetto di linfonodi del cavo ascellare. L'ampia demolizione non consente una ricostruzione mammaria mediante protesi.
  • Mastectomia radicale modificata secondo Patey. Comporta l'asportazione in blocco della ghiandola mammaria, della cute sovrastante e del complesso areola capezzolo, del muscolo piccolo pettorale, con conservazione del muscolo grande pettorale, e l'asportazione dei linfonodi ascellari.
  • Mastectomia radicale modificata secondo Madden. Comporta l'asportazione in blocco della ghiandola mammaria, della cute sovrastante e del complesso areola capezzolo e si conservano entrambi i muscoli pettorali e si procede ad asportazione dei linfonodi ascellari di I, II e III livello. Questi due interventi consentono una ricostruzione mammaria ottimale in due tempi. Prima viene preparata una tasca sotto muscolare in cui viene inserito un espansore cutaneo che sarà gonfiato progressivamente e successivamente, quando si è raggiunto un volume adeguato, si sostituirà l'espansore con una idonea protesi di silicone.
Dr.ssa Maria Ghizzoni
A cura della Dr.ssa Maria Ghizzoni
Chirurgo Generale
Prenota una visita

Specialisti che si occupano di mastectomia

Scegli la provincia di tuo interesse e prenota gratuitamente una visita medica in pochi click.


Mastectomia: Articoli dal blog di iDoctors

Certamente e com’è logico pensare, chi ha in famiglia un parente stretto (padre, madre, fratelli e sorelle) corre un rischio maggiore rispetto a chi non ha casi familiari. Parlare con il genetista e con l’oncologo è però fondamentale per conoscere meglio come difendersi. Fino a 50 anni, di solito la percentuale di una neoplasia è  … Continua...

Il trattamento del carcinoma mammario negli anni ha vissuto profondi cambiamenti. Poiché l’idea che la malattia fosse inizialmente loco regionale e più diffusa dopo breve tempo, induceva gli specialisti a servirsi di interventi particolarmente invasivi e demolitivi. Da alcuni anni questa procedura è stata sostituita dalla teoria di Fisher, secondo la quale, anche una neoplasia  … Continua...

La malattia di Paget del capezzolo è una rara forma di neoplasia che colpisce le cellule dei dotti del seno espandendosi fino al capezzolo ed all’areola. Si manifesta generalmente con prurito, rossore e desquamazione, sintomi tipici di alcune patologie benigne della pelle come l’eczema e la psoriasi. Per questo motivo la malattia di Paget viene  … Continua...

I linfonodi sono piccoli organi situati lungo le vie linfatiche del nostro corpo capaci di produrre i linfociti, particolari globuli bianchi che hanno il compito di sviluppare una eventuale risposta immunitaria per cercare di contrastare, quando presenti, agenti dannosi per nostro organismo. Nel nostro corpo esistono alcune zone (ascelle, collo, inguine..) particolarmente ricche di linfonodi,  … Continua...

Il tumore al seno è un male che è molto frequente nelle donne, (rappresenta il 29% dei tumori femminili) e spesso per evitare la metastasi, ossia la diffusione in altre zone del corpo, richiede l’asportazione di uno o entrambi i seni, intervento chirurgico chiamato mastectomia. A seconda dell’estensione del tumore e della sua localizzazione nel  … Continua...

I tuoi Medici preferiti

Caricamento...