Cerca uno specialista, una prestazione medica, una patologia o il nome del medico

Piede torto

Dr. Salvatore Di Giacinto

Dr. Salvatore Di Giacinto

Ortopedico Medico Chirurgo, specialista in Ortopedia e Traumatologia Creato il: 28/08/2017 Ultimo aggiornamento: 17/11/2023

Il piede torto è una deformità del piede, non riconducibile a movimenti manuali, che fa assumere ai piedi dei neonati una posizione forzata. Questa posizione forzata avviene in:

  • equinismo (ossia con la caviglia che non può essere mobilizzata in dorsiflessione, ovvero flettere il piede verso l’alto); 
  • varismo (in cui il calcagno, visto da dietro, è deviato verso l’interno);
  • adduzione (in cui il piede, visto dal basso, è curvato verso l’interno).

In virtù di ciò, questa deformità è indicabile come piede equino-varo-supinato. 

Piede torto

Cause Cause

Il piede torto è una delle deformità dell'epoca perinatale più frequenti; tuttavia, le cause di tale patologia sono, nella maggioranza dei casi, sconosciute e, per questo motivo, si parla di piede torto idiopatico. In generale, però, il piede torto ha un’origine multifattoriale, con possibili cause sia di origine ambientale che genetica. 

Attualmente, circa un neonato su mille soffre di piede torto e, tra quelli affetti, circa la metà ne soffre a entrambi i piedi. 

Sintomi Sintomi

Per quanto non sia doloroso di per sé, il piede torto è, come detto, identificabile dalle deformità dei piedi presenti nei pazienti.

In alcuni casi, il piede torto è anche associato ad altre patologie (e, in questo caso, prende il nome di piede torto secondario) quali:

  • mielomeningocele;
  • artrogriposi;
  • ipoplasia;
  • patologie neuromuscolari;
  • sindromi varie.

Diagnosi Diagnosi

Nella maggior parte dei casi, le deformità si sviluppano attorno al terzo mese di gravidanza e, pertanto, la diagnosi può essere eseguita già in epoca prenatale mediante ecografia. Tuttavia, è sempre necessaria una successiva valutazione clinica, da effettuare dopo la nascita.

In sede di diagnosi è importante riconoscere i cosiddetti “falsi positivi”, ossia quei soggetti che hanno ricevuto una diagnosi di piede torto in epoca prenatale ma che poi si sono rivelati del tutto sani successivamente. In questi casi, si parla, quindi, di “piede torto posturale” o “da posizione”, una condizione molto frequente.

Visivamente, queste due situazioni possono sembrare simili, creando preoccupazione nei genitori, ma sono, in realtà, molto differenti: 

  • nel caso di un piede torto “vero”, la deformità si sviluppa nel primo periodo di gravidanza attraverso delle deformità ossee e diviene irriducibile; 
  • nel caso di un piede torto “posturale”, invece, le ossa si sono sviluppate correttamente ma sono state spinte verso la deformità per via della posizione assunta dal nascituro nella fase finale della gravidanza.

Per determinare quale sia il caso di riferimento, è necessario rivolgersi a uno specialista, il quale può identificare e differenziare questi due quadri, determinando prognosi e terapie adeguate. 

La valutazione dello specialista riguarda anche il grado delle deformità eventualmente presenti, facendo riferimento ad alcune scale di valutazione presenti nella lettura scientifica (Pirani, Dimeglio, ecc.). 

In generale, nella diagnosi di piede torto è comunque importante tenere conto delle peculiarità di ogni paziente, come la rigidità e le funzionalità muscolari o eventuali patologie associate, come quelle precedentemente citate, sia dal punto di vista della prognosi che da quello terapeutico. 

Rischi Rischi

In generale, i principali rischi legati al piede torto si manifestano in caso di mancata correzione, con dolore e difficoltà a camminare per i pazienti. 

Esistono, inoltre, casi in cui la deformità risponde peggio al trattamento e alla correzione, soprattutto se questi vengono effettuati tardivamente. Generalmente, i piedi torti “secondari” sono più difficili da correggere, specie se associati a rigidità generale, come avviene nel caso dell’artrogriposi. 

In ogni caso, una volta effettuata la correzione, sono necessari frequenti controlli nel corso della crescita; infatti, nei casi più gravi c’è un rischio significativo di recidiva. In generale, tra le cause più frequenti di recidive vi sono:

  • ritardi diagnostici e terapeutici;
  • scarsa collaborazione terapeutica da parte dei genitori;
  • correzione incompleta;
  • squilibri della funzione muscolare;
  • squilibri di crescita delle strutture.

La recidiva può interessare qualsiasi elemento della deformità (equinismo, varismo, cavismo, etc.) e, pertanto, deve essere riconosciuta e quindi trattata con tempestività.

I neonati con il piede torto congenito, infine, possono presentare un rischio maggiore di displasia dell'anca.

Cure e Trattamenti Cure e Trattamenti

Attualmente, la procedura più comune per intervenire sul piede torto è la cosiddetta metodica di Ponseti, un trattamento conservativo e mini-invasivo che viene effettuato sui neonati entro un paio di settimane dalla nascita. Tale intervento si è dimostrato efficace, secondo le statistiche internazionali, nel 90-95% dei casi. 

Oltre alla Ponseti esistono, comunque, altri approcci teraputici mirati per ogni problematica specifica, come il metodo funzionale o il release postero-mediale di Codivilla.
 

Bibliografia

  • https://www.nhs.uk/conditions/club-foot/
  • Talipes Equinovarus (Clubfoot) and Other Foot Abnormalities by Simeon A. Boyadjiev Boyd , MD, University of California, Davis.
  • Cady R, Hennessey TA, Schwend RM. Diagnosis and Treatment of Idiopathic Congenital Clubfoot. Pediatrics. 2022 Feb 1;149(2):e2021055555. doi: 10.1542/peds.2021-055555.
  • Scher DM. The Ponseti method for treatment of congenital club foot. Curr Opin Pediatr. 2006 Feb;18(1):22-5. doi: 10.1097/01.mop.0000192520.48411.fa.
  • Balasankar G, Luximon A, Al-Jumaily A. Current conservative management and classification of club foot: A review. J Pediatr Rehabil Med. 2016 Nov 30;9(4):257-264. doi: 10.3233/PRM-160394. PMID: 27935562.
  • Rieger MA, Dobbs MB. Clubfoot. Clin Podiatr Med Surg. 2022 Jan;39(1):1-14. doi: 10.1016/j.cpm.2021.08.006. PMID: 34809788.

L'informazione presente nel sito deve servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In caso di disturbi e/o malattie rivolgiti al tuo medico di base o ad uno specialista.

Cerca i migliori specialisti che si occupano di Piede torto nelle province di: Roma, Torino, Milano, Varese

Vuoi una parlare con uno specialista?
Hai bisogno di un Dottore per Piede torto?

Trova il Medico più adatto alle tue esigenze.

Hai bisogno di un Dottore per Piede torto?
Caricamento...