Cerca uno specialista, una prestazione medica, una patologia o il nome del medico

Filtra per:
Prestazione
  • Colonscopia in sedazione profonda
Scegli prestazione:
Urgente?

Colonscopia in sedazione profonda a Milano

Ordina per:
8 studi prenotabili online
Dr. Paolo Viaggi Gastroenterologo

Dr. Paolo Viaggi

Gastroenterologo 20 recensioni
  • Colonscopia in sedazione profonda
    650 €
  •  Milano - Barona Via A. di Rudinì, 8
  • da lun 29 lug 17:30
Dr. Mirco Manneschi Gastroenterologo

Dr. Mirco Manneschi

Gastroenterologo
  • Colonscopia in sedazione profonda
    1000 €
  •  Milano - Crocetta Via Quadronno, 29
  • da mer 24 lug 10:00
Dr.ssa Elisabetta Morandi Gastroenterologo

Dr.ssa Elisabetta Morandi

Gastroenterologo 3 recensioni
  • Colonscopia in sedazione profonda
    650 €
  •  Milano - Famagosta Via Di Rudinì, 8
  • da gio 25 lug 16:00
altri specialisti vicino a Milano
Dr. Carmine Gentile Gastroenterologo

Dr. Carmine Gentile

Gastroenterologo 15 recensioni
  • Colonscopia in sedazione profonda
    627 €
  •  Castellanza (VA) Via Gerenzano, 2
  • da gio 25 lug 17:30
Dr. Claudio Grosso Chirurgo Proctologo

Dr. Claudio Grosso

Chirurgo Proctologo
  • Colonscopia in sedazione profonda
    782 €
  •  Seveso (MB) Via Federico Zeuner, 5
  • da mer 24 lug 16:00
Dr. Giacomo Bonfanti Chirurgo Generale

Dr. Giacomo Bonfanti

Chirurgo Generale 9 recensioni
  • Colonscopia in sedazione profonda
    430 €
  •  Monticello Brianza (LC) Via Provinciale, 28
  • da mar 30 lug 14:00
altri specialisti a Milano
Dr. Corrado Porta Gastroenterologo

Dr. Corrado Porta

Gastroenterologo 9 recensioni
  • Colonscopia in sedazione profonda
  •  Milano - Fiera Via M. Buonarroti, 48
  • Su Richiesta
Dr. Andrea Formiga Chirurgo Generale

Dr. Andrea Formiga

Chirurgo Generale 13 recensioni
  • Colonscopia in sedazione profonda
  •  Milano - Porta Romana Via Pier Lombardo, 22
  • Su Richiesta

Colonscopia in sedazione profonda a Milano

La Colonscopia è un'indagine che consente l'osservazione diretta dell'intestino, per mezzo di una sonda lunga, flessibile ed illuminata, il colonscopio, inserita dal medico nell'ano e poi spinta lentamente attraverso il retto e il colon.

L'intestino viene gonfiato con anidride carbonica per fornire allo specialista una visuale migliore del rivestimento intestinale. L'endoscopio è una sonda di circa 8-12 mm di diametro, con all'estremità una telecamera ed un fascio di luce (propagata tramite fibre ottiche).

Tale esame ricopre un ruolo indispensabile per la diagnosi precoce delle patologie benigne e maligne del colon. Durante l'esame può anche essere effettuata l'asportazione di polipi (piccole escrescenze che possono formarsi sulla parete del colon od in altri tratti dell'intestino), oppure il prelievo di campioni di tessuti per un eventuale esame istologico.

Rimuovere polipi precocemente durante la colonscopia è un modo efficace per prevenire il cancro, poichè la maggior parte dei tumori colon-rettali, ha origine da polipi. La colonscopia in genere non è particolarmente dolorosa (anche se in presenza di particolari conformazioni dell'intestino può essere dolorosa), ma provoca sicuramente un certo fastidio.

Per ovviare a questa problematica si ricorre di frequente a diversi tipi di sedazione o narcosi: quella cosciente o vigile, nella quale il soggetto rimane consapevole di ciò che accade; il tipo profondo, nel quale il paziente risponde con fatica a stimoli esterni (più idonea ad ottenere una collaborazione alla procedura da parte del soggetto), ed infine l'anestesia generale, dove il paziente è del tutto incosciente ed è necessaria la presenza dell' anestesista. Una sedazione profonda, benchè richieda la presenza di un anestesista, presenta l'indubbio vantaggio di permettere al paziente di non conservare ricordi sgradevoli relativi alla procedura, con una possibilità maggiore che si presti nel futuro ad ulteriori controlli.

La colonscopia può durare fino a 60 minuti, anche se spesso si risolve più velocemente. In genere si consiglia di non guidare per 12 ore dopo la colonscopia per consentire al sedativo di essere smaltito.

L'esame richiede una certa preparazione. Il giorno precedente è suggerita una dieta semiliquida; a partire dal pomeriggio precedente, il paziente deve assumere per via orale 3 litri di una soluzione farmacologica che sarà indicata dallo specialista.

Tale soluzione dovrà essere bevuta in un intervallo di tempo ben preciso, in genere 4 ore, con quantità precise ogni 20-30 minuti.

Caricamento...