Cerca uno specialista, una prestazione medica, una patologia o il nome del medico

Filtra per:
Prestazione
  • Test per intolleranze alimentari
Scegli prestazione:
Urgente?

Test per intolleranze alimentari a Milano

Ordina per:
4 studi prenotabili online
Dr. Antonio Caldarini Dietologo

Dr. Antonio Caldarini

Dietologo 1 recensione
  • Test per intolleranze alimentari
    170 €
  •  Paderno Dugnano (MI) Via Roma, 122
  • da lun 24 giu 17:45
  • Test per intolleranze alimentari
    150 €
  •  Milano - Washington Via Paolo Giovio, 7
  • da gio 19 set 14:00
Dr.ssa Paola Schieppati Omeopata

Dr.ssa Paola Schieppati

Omeopata 4 recensioni
  • Test per intolleranze alimentari
    140 €
  •  Milano - Fiera Via Carlo Dolci, 38
  • da lun 24 giu 14:30
  • Test per intolleranze alimentari
  •  Milano - Fiera Via E. Pagliano, 11
  • Su Richiesta
Vuoi vedere più medici?

Test per intolleranze alimentari a Milano

Il Test per le intolleranze alimentari ha lo scopo di definire la causa di una reazione avversa (un’intolleranza) ad alcuni cibi in cui sono presenti particolari sostanze metabolizzate a fatica dall’organismo.

Tra le intolleranze più comuni, rientrano quelle al lattosio e quella al glutine (celiachia). In genere, in presenza di una sintomatologia che lasci presagire a un’intolleranza alimentare (ad esempio, gonfiore addominale, diarrea, frequente mal di stomaco, flatulenze, difficoltà nella digestione, perdita di peso, ecc.), dopo aver effettuato una visita con uno specialista, quest’ultimo può eseguire o prescrivere un test specifico.

Si tratta di esami basati sul prelievo ematico (in questo caso si parla di esami sierologici) oppure sull’esame del respiro (breath test). Il primo è utilizzato per le intolleranze al glutine (test celiachia), mediante la ricerca di determinati anticorpi.

Il prelievo venoso è utilizzato per ricercare anticorpi, presenti anche in altri alimenti, responsabili di intolleranze (test 108 alimenti), che permette di analizzare, appunto, 108 alimenti (carni rosse e bianche, pesci e crostacei, uova, tuberi, ortaggi, funghi e legumi, frutta secca, frutta fresca, lieviti, ecc.), potenzialmente responsabili di un’intolleranza. Il breath test (detto anche test del respiro) è invece utilizzato per l’intolleranza al lattosio: viene raccolto un campione di aria espiata del paziente, sia prima che dopo aver assunto una soluzione contente lattosio.

Il campione verrà infine analizzato per determinare l’eventuale intolleranza.

Caricamento...