Cerca uno specialista, una prestazione medica, una patologia o il nome del medico

Filtra per:
Prestazione
  • Elettrofisiologia ERG e PEV
Scegli prestazione:
Urgente?

Elettrofisiologia ERG e PEV a Roma

Ordina per:
4 studi prenotabili online
Prof. Enzo Maria Vingolo Oculista

Prof. Enzo Maria Vingolo

Oculista 18 recensioni
  •  Roma - Salario-Vescovio Via di Tor Fiorenza, 43
  • Elettrofisiologia ERG e PEV
    260 €
Dr. Giorgio Delorenzi Oculista

Dr. Giorgio Delorenzi

Oculista 350 recensioni
  •  Roma - Spinaceto Via Nicola Stame, 19
  • Elettrofisiologia ERG e PEV
    150 €
Dr. Francesco Gherardi Oculista

Dr. Francesco Gherardi

Oculista 10 recensioni
  •  Roma - Nomentano-Bologna Viale di Villa Massimo, 37
  • Elettrofisiologia ERG e PEV
    150 €
  •  Roma - Nomentano-Bologna Viale di Villa Massimo, 37
  • Elettrofisiologia ERG e PEV
    150 €
Dr. Luca Lisi Oculista

Dr. Luca Lisi

Oculista 32 recensioni
  •  Roma - Talenti Via Ugo Ojetti, 79
  • Elettrofisiologia ERG e PEV
Vuoi vedere più medici?

Elettrofisiologia ERG e PEV a Roma

L'elettrofisiologia indaga la funzionalità delle differenti strutture che compongono le via nervosa visiva (retina, nervo ottico, vie ottiche e corteccia cerebrale occipitale).

L'elettroretinogramma (ERG) è un esame elettrofisiologico con cui si misura l'attività elettrica della retina a seguito della stimolazione con flash luminosi. Serve a valutare la funzionalità degli strati esterni della retina per mezzo di un tracciato che registra le variazioni di potenziale elettrico dei fotorecettori retinici (coni e bastoncelli).

Si effettua applicando degli elettrodi vicino agli occhi e sulla cornea, precedentemente anestetizzata con appositi colliri. L'ERG è utile a diagnosticare patologie retiniche quali il distacco di retina, le vasculopatie retiniche, e in particolare la diagnosi precoce della retinite pigmentosa.

I Potenziali Evocati Visivi per lo studio delle vie ottiche (PEV), anch'essi un esame elettrofisiologico, sono utilizzati per la diagnosi delle distrofie del nervo ottico, delle malattie demielinizzanti (come la neurite ottica retrobulbare), e delle alterazioni maculari ereditarie, quali le distrofie maculari o le distrofie dei coni e dei bastoncelli. Per questo esame si applicano degli elettrodi sulla fronte e nella parte posteriore del cranio, in corrispondenza della corteccia visiva.

ERG e PEV possono fornire informazioni sulla funzionalità del sistema visivo anche nei casi in cui la presenza di un'opacità dei mezzi diottrici (cataratta, leucoma corneale) non permette l'osservazione diretta della retina o del nervo ottico.

Caricamento...