Cerca uno specialista, una prestazione medica, una patologia o il nome del medico

Chirurgo Pediatra a Reggio Calabria

Ordina per:
2 studi prenotabili online
Dr. Roberto Cafarelli Chirurgo Generale
Chirurgo Generale

Dr. Roberto Cafarelli

(3 recensioni)
    • Visita di Chirurgia pediatrica
    •  Reggio Calabria - Centro Via Cairoli, 1
    •  
    150 €
altri specialisti vicino a Reggio Calabria
Prof. Carmelo Romeo Chirurgo Pediatra
Chirurgo Pediatra

Prof. Carmelo Romeo

(9 recensioni)
    • Visita di Chirurgia pediatrica
    •  Messina - Policlinico Via Comunale Vecchia
    •  
    120 €
Vuoi vedere più medici?

Le prestazioni più prenotate di Chirurgia Pediatrica:

Chirurgo Pediatra a Reggio Calabria

Elenco dei Chirurghi pediatri a Reggio Calabria attualmente disponibili per la prenotazione online di una visita di chirurgia pediatrica o di altro esame medico sempre nell'ambito della chirurgia pediatrica.

Il Chirurgo Pediatrico è specializzato nel trattamento di patologie chirurgiche dell'epoca neonatale, malformative o acquisite, e malformazioni organiche e funzionali tipiche dell'età pediatrica. Tra le problematiche principali, maggiormente trattate dal Chirurgo Pediatrico, rientrano le malformazioni urologiche più frequenti (ampliamento vescicale, ricostruzioni vescicali, stenosi del giunto pieloureterale, reflusso vescico-ureterale, megauretere congenito) o patologie urologiche (stenosi del giunto, reflusso vescico-ureterale, valvole dell'uretra posteriore), malformazioni gastroenterologiche (Morbo di Hirschsprung con particolare esperienza nella aganglia colica totale, malformazioni anorettali, trattamento dell'ernia iatale), chirurgia del colon nel trattamento della poliposi colica familiare, nel morbo di Chron e nella rettocolite ulcerosa, ricostruzioni dei genitali maschili e femminili.

Lo specialista inizia la sua indagine medica con un colloquio informativo, in cui esegue un’anamnesi completa del paziente, acquisendo una serie di informazioni utili, mediante l’aiuto dei genitori, quali malattie, cure farmacologiche svolte o ancora in corso, precedenti patologie analoghe presenti in famiglia, sintomi e disturbi lamentati, informazioni su stile di vita e abitudini del paziente, nonché l’analisi di esami ematochimici, richiesti preventivamente. Successivamente, passa all’esame obiettivo del paziente, analizzando la zona anatomica oggetto del disturbo, e, se necessario, può includere ulteriori esami diagnostici per approfondire la sua indagine.

Una volta inquadrata la patologia, il Chirurgo Pediatrico prescrive il trattamento più appropriato per il paziente, che può prevedere, laddove necessario, l’intervento chirurgico, oppure una terapia farmacologica e/o di riabilitazione o altro ancora. Va specificato come, oggi giorno, l’evoluzione delle tecniche chirurgiche consenta il trattamento di molte di queste patologie in maniera poco invasiva, come ad esempio la laparoscopia (si tratta di una tecnica che utilizza un sofisticato apparato tecnologico che, mediante insufflazione di gas nella cavità peritoneale, crea una camera d'aria - il pneumoperitoneo - all'interno della quale viene introdotto un endoscopio a fibre ottiche, dotato di microtelecamera con monitor.

Il laparoscopio ha un diametro di 5-10mm). Tra gli interventi chirurgici meno invasivi, rientrano anche quelli che utilizzano la robotica (effettuati mediante l’utilizzo del robot, che permette allo specialista di eseguire, con estrema precisione, operazioni semplici o complessi).

Si tratta di tecniche che riducono sia lo stress chirurgico che il periodo di ospedalizzazione, consentendo così un recupero post-operatorio più rapido e meglio tollerato da parte dei pazienti pediatrici, dal neonato all’adolescente.

Caricamento...