Sauna: quali sono i benefici e rischi per la salute

28/9/2016 -

La sauna apporta una serie di benefici (ma anche rischi) per la salute di chi ne fa un uso frequente. Conoscerla e utilizzarla al meglio permette di sfruttare al meglio i primi e minimizzare i secondi.

Si tratta in generale un ambiente chiuso in cui la temperatura viene portata a un valore tra i 70 e 100 gradi celsius.

Anche l’umidità è tenuta “sotto controllo” e solitamente è contenuta tra il 10% e il 20%, anche se in alcuni casi è possibile trovarla con percentuali più elevate. Ad esempio la sauna turca ha una umidità molto più alta.

La sauna può portare la temperatura della pelle fino a quasi 40 gradi celsius, all’aumentare della temperatura si inizia, ovviamente, a sudare copiosamente. Aumenta il battito cardiaco e il corpo tenta di rimanere fresco il più possibile.

Di media una sessione di qualche minuto può far perdere tranquillamente anche mezzo litro di sudore.

I vari tipi di sauna

La sauna offre alcuni benefici importanti e soprattutto ha un effetto rilassante su chi ne fa uso tanto che ne sono saunastate create di vari tipi:

  • A legna, solitamente hanno un basso tasso di umidità e temperature molto elevate.
  • Elettriche, simili a quelle a legna hanno alte temperature e umidità non elevata.
  • A raggi infrarossi, questa tipologia utilizza speciali lampade a infrarossi che riscaldano l’ambiente con una temperatura di media bassa, intorno ai 60 gradi.
  • A vapore, in realtà non si tratta di una vera e propria sauna ma viene considerata tale per i benefici che apporta che sono simili a quelli delle altre saune. Solitamente l’umidità risulta molto elevata e quindi diventa più difficile rimanerci a lungo.

In generale le varie tipologie offrono gli stessi benefici, la differenza è dovuta alla temperatura (oltre ai costi) e al grado di umidità che per alcuni possono essere più o meno gradevoli.

I possibili benefici della sauna

Come detto i benefici sono simili per ogni tipo di sauna, infatti quando vi si entra la temperatura elevata provoca un aumento del battito cardiaco e una dilatazione dei vasi sanguigni migliorando, quindi, la circolazione.

Tale aumento allevia i vari indolenzimenti di tipo muscolare, migliora la mobilità delle articolazioni e diminuisce i sintomi di patologie come l’artrite. In più l’elevata temperatura rilassa e offre una sensazione di generale benessere.

Secondo gli esperti un uso attento della sauna potrebbe anche ridurre i rischi di malattie cardiovascolari.

Uno studio finlandese sui benefici della sauna

Ad esempio è stato condotto in Finlandia uno studio ventennale su 2.315 uomini d età compresa tra i 42 e i 60 anni per valutarne proprio gli effetti sul sistema circolatorio.

Nell’arco di vent’anni ben 929 di questi soggetti sono deceduti per cause relative a problemi di cuore come infarto e patologie coronariche. Il gruppo dei partecipanti era stato diviso anche in gruppi in base a quanto spesso facessero la sauna (una, due o tre, quattro volte a settimana).

Dopo aver “aggiustato” i rischi cardiovascolari in base ad altri parametri (es. il tipo di alimentazione o eventuale attività fisica) hanno visto che i gruppi che facevano più spesso la sauna avevano, di media, un rischio di queste patologie inferiore.

Coloro che facevano la sauna due o tre volte a settimana avevano un rischio inferiore del 22% rispetto a chi invece la faceva una sola volta nell’arco dei sette giorni.

Il risultato più chiaro è stato per chi faceva la sauna almeno quattro volte a settimana mostrando un rischio di morte per malattie cardiocircolatorie inferiore di ben il 63% rispetto a chi la faceva una volta.

La teoria dietro lo studio, perché fa bene fare la sauna (e le precauzioni da prendere)

I ricercatori sono dell’idea che stare seduti in sauna sia simile a fare una leggera attività fisica. Il battito cardiaco sale benefici-saunafino a quasi 150 battiti al minuto (corsa moderata).

Quando aumenta il battito del cuore esso pompa il sangue molto più rapidamente all’interno dell’organismo, proprio come se si stesse facendo esercizio fisico.

Un’altra teoria è che la sauna diminuisca anche il livello dello stress che di conseguenza porta a un decremento dei rischi cardiovascolari. Di conseguenza i ricercatori sono convinti dei benefici della sauna anche se questa non dovrebbe prendere il posto di una sana attività.

Secondo la American Heart Association la sauna, utilizzata in modo attento e moderato, sembrerebbe essere sicura per la maggior parte delle persone. Anche se è sconsigliato passare dalla sauna, ad esempio, alla piscina. Il cambio repentino di temperatura può aumentare la pressione del sangue.

Dato che la sauna, invece, comporta una diminuzione della pressione, chi ne soffre dovrebbe prima informarsi sul proprio stato di salute con il medico di famiglia o uno specialista. Stessa cosa per chi è a rischio infarto.

Una sessione comporta un grande dispendio di liquidi è opportuno, per chi ha problemi o patologie renali, potrebbero essere a rischio di disidratazione. L’aumento della temperatura potrebbe portare anche a fastidi come giramenti di testa e nausea.

Cosa fare per diminuire i rischi

L'alcool prima della sauna, ma anche durante,  va evitato

L’alcool prima della sauna, ma anche durante, va evitato

In generale la sauna da molti benefici, ma anche rischi, per diminuirli gli esperti consigliano:

  1. Non bere alcool prima di entrarci perché aumenta il rischio di disidratazione.
  2. Non passare più di 20 minuti consecutivi. Chi non l’ha mai usata dovrebbe starci non più di 5-10 minuti.
  3. Bere, invece, molta acqua prima e soprattutto dopo per reidratare i liquidi persi.
  4. Non farla se si è malati o non ci si sente particolarmente bene.

In ogni caso gli esperti consigliano sempre di rivolgersi prima al medico per sapere se ci sono fattori che potrebbero renderla rischiosa, o non benefica.

Cerca un Cardiologo con iDoctors

Cerca il tuo Medico dello Sport con iDoctors

I tuoi Medici preferiti

Caricamento...