In genere, dopo aver mangiato in modo abbondante e soprattutto irregolare, il nostro organismo sente la necessità di depurarsi per tornare al consueto regime alimentare in linea con le nostre abitudini quotidiane; per cui iniziare digiuni forzati non serve, mangiare meno e meglio, invece, può essere d’aiuto al fegato e all’apparato digerente.

Anche iDoctors, in occasione della Settimana per la prevenzione Gastroenterologica e Dietologica, che si terrà dal 8 al 15 Gennaio 2018, in collaborazione con i Dietologi e altri specialisti iscritti al portale, sostiene la prevenzione Gastroenterologica e Dietologica con la promozione di visite a tariffe scontate inerenti a tali patologie.

In linea generale eliminare per qualche giorno i cibi grassi e l’alcol, riprendendo l’attività fisica temporaneamente sospesa è un vademecum da tenere sempre in considerazione.

Trova su iDoctors un Dietologo o Gastroenterologo vicino a te!

Via libera ad acqua e ananas

Sappiamo tutti che depurarsi implica l’assunzione di acqua, frutta e verdure. Dopo grandi abbuffate, per un mese bisognerebbe evitare l’assunzione di cibi elaborati: è un regime alimentare necessario a ritrovare l’energia di cui abbiamo bisogno. Ma attenzione alla scelta dei prodotti da portare in tavola.

Ci sono cibi che, aiutano a placare la fame e contribuiscono a dare un senso di sazietà; si tratta in genere di alimenti ricchi di acqua che hanno un basso apporto calorico ma donano subito un senso di pienezza, dandoci la falsa convinzione di aver mangiato tanto. Tra questi troviamo:

  • Il cetriolo è l’alimento che ha il più alto contenuto d’acqua rispetto a qualsiasi altro cibo solido (96.7%).
  • La lattuga iceberg e il sedano (entrambe contengono più del 95% d’acqua).
  • Ravanelli, pomodori, peperoni verdi, cavolfiore, spinaci, broccoli e carote (90%).

Dopo le grandi tavolate delle feste natalizie, ma anche prima, è consigliabile, inoltre, un’alimentazione depurativa e disintossicante a base di ananas. Due fette di ananas al giorno, a colazione, ma anche come spuntino possono fornire un grande contributo al nostro organismo. Per chi volesse seguire una specifica dieta a base di ananas è consigliabile rivolgersi al proprio medico: una dieta a base di ananas, che non deve durare più di tre giorni, è sconsigliata a:

  • donne incinte
  • persone malate
  • persone intolleranti
  • persone allergiche
  • persone che assumono farmaci.

E il famoso Detox?

Si sente ancora parlare tanto di diete detox, un po’ per moda e un po’ per i reali benefici che forniscono all’organismo: si tratta di una dieta di eliminazione, e non vanno quindi seguite per tutto l’anno: in quanto depurativa, la dieta detox è pensata per durare solamente 3, 5, 7 giorni al massimo.

Inoltre, è bene sapere che la dieta detox non è indicata per le donne incinte, per chi soffre di anemia, diabete, per le donne che stanno allattando e per chi ha problemi ai reni.

Conclusioni

Come sempre ad inizio anno si riparte con tanti buoni propositi per ritrovare il peso forma perso durante le feste. I consigli per mettere a punto una dieta disintossicante che ci depuri e ci faccia perdere i chili di troppo dopo luculliani banchetti devono essere creati “su misura” per ognuno di noi.

Lo specialista sarà in grado di creare una dieta costruita ad hoc per ogni paziente tenendo in considerazione non solo i chili da dover perdere ma anche le patologie che potrebbero interferire, se non peggiorare con la dieta stessa.