La posturologia è una scienza medica che studia il sistema posturale per valutarne eventuali squilibri e patologie ad essi connesse. Studia anche tutte quelle patologie che riguardano l’apparato locomotore.

Negli ultimi anni la medicina si è accostata sempre di più a tutte quelle branche che hanno dimostrato un approccio multidisciplinare, o olistico secondo le medicine non convenzionali. Tale nuova, seppur antica, visione della persona è uno dei punti di forza della posturologia.

Effettuare una visita posturologica, specialmente in una società in cui si tende a “non stare dritti con la schiena” e i problemi di questo genere, come ad esempio la cervicale, è utile per affrontare in modo diverso patologie tra loro correlate.

Trova su iDoctors un Fisiatra o Ortopedico vicino a te!

A cosa serve la posturologia e cosa cura.

Come detto la posturologia affronta polisticamente ogni problema di tipo muscolo-scheletrico dovuto a squilibri che l’organismo genera. Di conseguenza alcune patologie sono dovute proprio a questi squilibri come:

  • Mal di schiena.
  • Mal di testa e cefalee (soprattutto di tipo muscolo tensive).
  • Artrosi.
  • Problemi alle articolazioni.
  • Ernia del disco.
  • Scoliosi.

Capire la genesi dei vari problemi posturali è il primo passo fondamentale per capirli e risolverli. Il nostro cervello, sin dalla nascita, immagazzina una serie di dati riguardanti la postura. Se questa è scorretta dall’infanzia esso andrà a valutare corrette posture che, in realtà, non lo sono.

La posturologia ha come scopo quello di “cancellare” abitudini sbagliate, una volta fatto questo permetterà al paziente di imparare posture “giuste”. Attraverso questo approccio molti fastidi verranno mitigati, o eliminati in taluni casi, quasi autonomamente.

La posturologia non valuta solo l’errore meccanico della postura, ma in taluni casi valuta anche altri aspetti di natura più globale che spingono il soggetto, nella sua totalità a commetterli.

Ad esempio viene valutata anche la componente psicologica, alcuni soggetti potrebbero essere più chiusi e timidi e questo andrà a ripercuotersi sul linguaggio corporeo. Si chiuderanno fisicamente per proteggere la loro parte psicologica e spesso comporterà problemi di tipo posturologico.

La stessa Università Sapienza di Roma ha, nel suo piano di studi di Medicina e Odontoiatria, un Master di Primo livello in Posturologia. Nella stessa domanda si chiede che il candidato abbia un approccio integrato e multidisciplinare in cui il singolo specialista propone, in collaborazione con altri medici, il proprio contributo.

La postura dei bambini.

Quante volte ci veniva detto, da bambini, “stai dritto con la schiena” e ora, da adulti lo diciamo ai giovani che a causa di computer, smartphone e tablet sono sempre più chini e curvi.

Le problematiche alle quali i più giovani vanno incontro sono in genere scoliosi, piede piatto o cavo, lordosi e tutti quei difetti che colpiscono la schiena. Una volta che tali patologie sono in essere sarà molto complicato, da adulti, risolverle.

Spesso anche altre patologie come l’occhio pigro, una carie o un’otite possono incidere sulla postura del bambino e provocare disagio e soprattutto dolore spesso anche sottovalutato.

Da chi andare in questi casi? Come detto la posturologia è una disciplina olistica che studia nel complesso un sistema, non soltanto un singolo sintomo come farebbe, ad esempio, un dentista o un oculista.

Ecco che rivolgersi a uno specialista in posturologia è, nella maggior parte dei casi, un passo utile se non necessario per comprendere globalmente se una persona ha problemi posturali, su cosa incidono e soprattutto gli strumenti da utilizzare per affrontarli.