La mammografia, utile strumento per la diagnosi precoce delle neoplasie

di Irene Reverberi,

In Italia è stato calcolato e statisticamente dimostrato che i casi di neoplasie mammarie sono 30.000 o poco più; tra questi, 7-8.000 si presentano in donne under 50, 13-14 mila in donne tra i 50 e i 70 ed infine 8-10.000 nei casi di donne in età più avanzata.
La diagnosi precoce permette di risolvere il problema nel 99,9% per non dire al 100% dei casi (in medicina non esiste il 100% ma in questo caso la guarigione sembra davvero garantita).
Non è necessaria terapia integrativa ed è quasi sempre il chirurgo che durante un’ispezione allontana l’eventuale nodulo tumorale o la tumefazione operando una tumorectomia o una quadrantectomia. Il risultato è soddisfacente poiché il danno estetico è minimo.

Continua

La Brucellosi: un rischio dal latte non pastorizzato

di Irene Reverberi,

La brucellosi conosciuta con diversi nomi quali febbre maltese, morbo di Bang, febbre ondulante (undulans).
È un antropozoonosi, un’infezione batterica che può essere trasmessa dagli animali all’uomo; i batteri appartengono al genere della Brucella. È presente in tutto il mondo, ma particolarmente nei paesi del Mediterraneo, in India, nell’Asia Centrale, in America Latina.
Continua

Qualche coriandolo sulla cute e aspetti un bambino?

di Irene Reverberi,

Gli ormoni della gravidanza provocano un aumento di melanina – pigmento che dà una colorazione bruna alla pelle – in molte regioni del corpo. È visibile sul volto in quanto si nota la cosiddetta maschera facciale (cloasma gravidico) della donna gravidica come anche la colorazione brunastra dell’aureola mammaria, la pigmentazione della linea alba dell’addome ed infine quella della superficie esterna delle cosce. Oltre alle zone appena indicate, possono comparire altre manifestazioni più circoscritte, denominate nevi o nei. Cosa dire in proposito?

Continua

Viaggiare con i bambini: le cose da non dimenticare in vacanza

di Irene Reverberi,

La vacanza dei genitori con i figli è un’esperienza entusiasmante ma può essere turbata da inconvenienti che si possono prevenire con alcune protezioni.

Se i figli sono in buona salute la scelta tra mare, montagna e campagna o città d’arte italiane o estere è indifferente e si decide insieme in base alle preferenze. Prima di partire, una volta stabilita la località è preferibile recarsi dal pediatra per avere consigli pratici per la prevenzione ovvero eventuali vaccinazioni raccomandabili o obbligatorie specie per paesi esotici e dell’altro emisfero dove vi sono diverse abitudini, diversi rischi dati dalla presenza di animali portatori di malattie sconosciute in Europa.

Se la destinazione è più vicina ed è italiana, ma richiede un viaggio più o meno lungo in auto, lo specialista suggerirà, in base all’età, un anti nausea; se, invece il mezzo scelto è l’aereo è raccomandabile assumere qualcosa che faciliti la salivazione o masticare caramelle o gomme americane per evitare problemi alle orecchie.

Continua

Le diverse tipologie di vegetarianismo

di Irene Reverberi,

Il vegetarianesimo o vegetarianismo racchiude un insieme di pratiche alimentari che prevedono l’esclusione parziale o totale di alimenti derivati dagli animali: nel primo caso sono compresi i derivati del latte come formaggi e le uova, mentre nel secondo caso latte e derivati non si assumono.

Il termine deriva dal corrispettivo vocabolo anglosassone vegetarian (vegetable = vegetale) ovvero “chi vive come una pianta” e dal latino vegetus che significa “vegeto o vigoroso”. In base alla sua etimologia l’essere vegetariani assumerebbe una valenza del tutto positiva e salutare; in realtà, e soprattutto in gravidanza, si potrebbe andare incontro a qualche più o meno lieve complicanza a causa di una carenza di vitamine o sali minerali essenziali alla gestante e al nascituro.

Continua

Il bambino atopico

di Irene Reverberi,

Con il termine atopia si intende un insieme di manifestazioni a carico dei vari apparati di un bambino che riconoscono una causa allergica su predisposizione genetica. I bambini hanno uno stato di alterata reattività nei confronti dei comuni antigeni ambientali ed alimentari. Gli organi bersaglio sono rappresentati dalla cute, dal polmone, dal tratto gastro-enterico, dal naso. I greci usavano atopia che veniva tradotta con “malattia bizzarra ed eccentrica” e la stessa cosa vale per i latini che menzionano questa forma di allergia per la prima volta con Svetonio che descrisse la vita dell’imperatore Ottaviano Augusto che ne fu affetto.

Continua

I disturbi psichici durante la gravidanza

di Irene Reverberi,

I più recenti studi hanno dimostrato che, durante la gravidanza, il cervello della gestante subisce alcune modifiche significative da un punto di vista strutturale e funzionale necessarie a mantenere un ottimale equilibrio psico-fisico nei rapporti tra mamma e nascituro. Se non avvengono tali modificazioni, si sviluppano o si aggravano alcuni disturbi psichici insorti durante la gravidanza stessa o preesistenti.

Continua

Gastroenterite e mal di pancia

di Irene Reverberi,

La gastroenterite acuta può anche essere influenza intestinale causata dal virus dell’influenza che infiamma le pareti intestinali, la mucosa dello stomaco o entrambi. È facilmente identificabile, poiché i sintomi sono caratterizzati da crampi addominali, vomito, nausea e diarrea. È un problema che colpisce molto spesso e con più facilità i bambini o gli anziani più che gli adulti, ma questi ultimi possono comunque contrarla attraverso il contatto con i loro bambini o i loro genitori o in luoghi molto frequentati da bambini.

Continua

Elmintiasi in gravidanza

di Irene Reverberi,

Tanto per capirsi è meglio iniziare dalla definizione del termine. Per elmintiasi si intende la presenza di vermi nell’intestino di una gestante. Esistono 3 varietà: i cestodi, i trematodi ed i nematodi.

I cestodi e i trematodi hanno una forma simile ed appartengono al gruppo dei platelminti poiché hanno una forma piatta; i nematodi hanno una forma cilindrica.

Continua