Il benessere intestinale è sicuramente uno degli aspetti della nostra salute che tendiamo a mettere in secondo piano, a dimenticare. In realtà, l’intestino è uno degli organi più importanti e, se non correttamente bilanciato, può portare a problematiche di diversa natura anche di grave entità.

Dopo le festività natalizie, con l’alimentazione completamente sregolata, abitudini e ritmi non proprio salutari, le avvisaglie che il nostro intestino non sta avendo uno dei suoi momenti migliori non tardano a mostrarsi: crampi, gonfiori, ma anche sensazione di nausea e di spossatezza sono solo alcuni dei sintomi che, qualcosa sul piano intestale, proprio non va. In questo articolo elenchiamo alcuni suggerimenti degli esperti su come fare a bilanciare nuovamente la flora dell’intestino e, soprattutto, come migliorare l’equilibrio intestinale.

Correggere la propria alimentazione

Sicuramente, una delle primissime cose da fare per migliorare l’equilibrio intestinale è quella di prendersi cura della propria alimentazione. Tagliare o almeno limitare fritture, cioccolata, cibi grassi e bibite gassate è un primo passo avanti per iniziare la nostra opera di disintossicazione e di miglioramento della condizione della flora intestinale.

Trova su iDoctors un Dietologo vicino a te!

Come migliorare l’equilibrio intestinale con i cibi giusti

Dopo aver eliminato i cibi spazzatura è fondamentale scegliere dei validi sostituiti per ricreare un piano nutrizionale efficiente, bilanciato e pronto a darci tutte le sostanze nutritive di cui abbiamo bisogno al corretto funzionamento non solo del nostro apparato intestinale ma di tutto l’organismo. Puntare su cibi freschi e su verdure non confezionate è un passo avanti, così come scegliere pasta e pane da farina integrale per favorire l’espulsione delle tossine e delle sostanze di scarto.

Anche la preparazione delle pietanze è una parte cruciale di questo cammino verso un intestino sano: mangiare le verdure (quando possibile) crude è sicuramente un’ottima idea per riuscire a poterne apprezzare e assimilare tutte le proprietà senza distruggerne alcuna attraverso le alte temperature da cottura. Per tutte quelle verdure che crude risulterebbero facilmente assimilabili e digeribili, una buona idea è quella di cuocerle a vapore, per ridurne dunque l’apporto di grassi.

Sì al consumo di carni bianche e al pesce, ovviamente cotti in modo sano con aggiunta magari di un filo d’olio extra vergine di oliva a crudo. Per chi soffre di colon irritabile è preferibile evitare invece l’aggiunta di spezie che potrebbero risultare troppo aggressive e infiammare ulteriormente il tratto intestinale.

Bere tanta acqua

Sembra una regola scontata ma non lo è. Per far si che l’organismo tutto funzioni correttamente e che sia in grado di espellere tutto ciò che al nostro corpo non serve o è in eccesso, bere tanta acqua è assolutamente fondamentale per migliorare l’equilibrio intestinale. E’ preferibile, per chi ha problemi intestinali, bere acqua a temperatura ambiente per non creare shock termici al delicato tratto intestinale e favorire così la diuresi.

Inserire tisane e acqua con limone alla propria routine

Non tutti amano bere l’acqua e quindi, come alleate a questo problema troviamo le tisane. Esistono numerosi tipi di tisane in commercio dedicate proprio al benessere dell’intestino a base di finocchio, ma anche di cassia e melissa. L’unica nota da segnalare è che, per far si che le tisane aiutino realmente l’organismo è importante rispettare i tempi di infusione ed evitare, quando possibile, l’aggiunta di zucchero bianco. Per dolcificare è preferibile, infatti, una goccia di miele.

Al mattino, per iniziare a disintossicare il nostro intestino e migliorarne le funzioni, una buona idea è quella di inserire nella propria routine mattutina un bicchiere di acqua tiepida e limone. Questa portentosa bevanda è altamente consigliata per depurare l’intestino, sgonfiare il ventre e aiutarlo a svolgere tutte le operazioni di sintesi e smaltimento nel miglior modo possibile. Un ulteriore lato positivo di questa bevanda? Se bevuta con costanza aiuta a velocizzare il metabolismo favorendo il dimagrimento!

Attività fisica per un intestino più sano

Oltre all’alimentazione un consiglio su come migliorare l’equilibrio intestinale è di curare l’attività fisica. Sappiamo che, la vita di tutti i giorni, è fatta di ritmi frenetici ma anche di vita sedentaria. Un po’ per mancanza di tempo, un po’ per uno stile di vita sempre meno dinamico, finiamo spesso per non muoverci quanto dovremmo.

Oltre a problemi alle articolazioni, di aumento di peso e di numerose altre problematiche, anche l’intestino soffre a causa della vita sedentaria e alla scarsa attività fisica. Inserire alla propria routine un po’ di azione e dinamismo, anche solo con una passeggiata, lo scegliere le scale piuttosto che l’ascensore sono già di per sé delle ottime idee per iniziare a muoversi.

Per tutti coloro i quali intendono intraprendere un percorso all’insegna del fitness ricordiamo che, per un intestino sano e bilanciato, alcune delle discipline più indicate per favorire il funzionamento di questo delicato organo risultano essere lo yoga e il pilates. Lo yoga in particolare, grazie anche ai suoi poteri calmanti e rilassanti, riesce a bilanciare lo stato emotivo e a gestire al meglio stress e ansia, nemici numero uno della salute del nostro intestino.

Fonte: www.scientificamerican.com