La pelle, o epidermide, è quella membrana che ci protegge dai fattori esterni quali agenti atmosferici, smog e raggi ultravioletti.

Allo stesso tempo, questo strato che ricopre il nostro corpo riflette quello che è il nostro stile di vita come per esempio il modo di alimentarci o le abitudini.

Occorre inoltre considerare che ognuno di noi ha un tipo di pelle diverso che richiede un tipo di attenzione e di cura soggettivo. Infatti, una persona con la pelle grassa dovrà adottare determinati accorgimenti che variano rispetto a chi ha una pelle più secca. Lo stesso discorso vale per il fattore età, in quanto l’attività ormonale varia da una persona in fase adolescenziale rispetto ad un adulto.

Salute della pelle e alimentazione

Per migliorare la salute della nostra pelle sarà fondamentale osservare uno stile di alimentazione molto sano, perché ciò che introduciamo nel nostro corpo avrà i suoi effetti benefici o, in caso contrario, ripercussioni sullo stato dell’epidermide.

Ma perché i cibi che mangiamo possono contribuire ad una pelle più sana, elastica e lucente? Grazie alle vitamine, agli acidi grassi insaturi (quelli sani), alle fibre e ai minerali contenuti in determinati alimenti, la nostra pelle otterrà importanti benefici.

La vitamina A è un esempio di sostanza che favorisce la riparazione cellulare della pelle del viso e che, grazie al retinolo, contrasta il formarsi dei famigerati radicali liberi. Il retinolo, e quindi la vitamina A, è presente in grandi quantità nella verdura e nella frutta (soprattutto gli spinaci, le carote e le albicocche), nel latte e nelle uova, oppure negli oli di fegato di pesce o nel fegato degli animali.

Un esempio di acido grasso insaturo è l’omega 3, la cui carenza può essere causa di pelle secca o la formazione di dermatiti come la psoriasi o l’acne. L’omega 3 è presente in alte quantità nel pesce e oli vegetali come l’olio di lino.

Tra i minerali più importanti per la salute del nostro strato protettivo, il selenio riveste una posizione di rilievo in quanto ha la funzione di prevenire il cancro della pelle e contribuisce alla protezione dall’azione dei radicali liberi. Il selenio è presente in tanti alimenti come il salmone, il merluzzo, il tonno, nelle carni bianche come il tacchino oppure nell’agnello e nel manzo. È possibile assumere il selenio inserendo nella dieta la pasta integrale, i funghi ed altri alimenti che contengono questo minerali.

Quando si parla di pelle e di sole, il primo pensiero che ci viene in mente è la scottatura, quell’arrossamento dell’epidermide che può causare anche una febbre fastidiosa (soprattutto durante la stagione estiva). Uno degli alimenti consigliati per combattere i raggi ultravioletti (o Uv) è il pomodoro che, grazie al licopene, uno dei suoi elementi principali, protegge la pelle da possibili scottature. È importante sottolineare che il semplice consumo di pomodori non equivale ad essere esenti da ustioni, piuttosto il buonsenso e una buona protezione solare serviranno a questo scopo.

Il sole è anche un elemento importantissimo per la nostra pelle dato che conferisce bellezza e salute, sempre se preso con cautela. 10 minuti di raggi solari non filtrati al giorno garantiscono l’apporto quotidiano di vitamina D, utilissima in caso di pelle grassa e secca.

Salute della pelle e stile di vita

Oltre al buon cibo, la salute della pelle è direttamente proporzionale al nostro stile di vita e certi vizi come il fumo e l’assunzione di alcol in grosse quantità non sono benevoli per la nostra membrana protettiva.

Quante volte ci è capitato di vedere un fumatore accanito con un colore di pelle giallastro o un bevitore con la pelle secca? Questi sono chiari segnali che il nostro organismo ci esterna per comunicarci che non gli stiamo facendo del bene. Di conseguenza, una buona regola per migliorare la salute della pelle è quella di smettere di fumare e assumere bevande alcoliche con moderazione.

Un altro modo per avere una pelle più sana è l’utilizzo di oli o creme naturali che, grazie a vitamine e minerali, ci doneranno più elasticità e lucentezza.

Tra gli oli naturali più consigliati c’è l’argan, la jojoba o l’olio di mandorle dolci. Il primo è indicato per una pelle con rughe perché con le sue proprietà rinvigorenti ed emollienti conferisce degli ottimi effetti distensivi sulla cute.

L’olio di jojoba è composto da alcune vitamine come vitamine del complesso B e vitamina E oltre minerali importanti per la salute della pelle come lo iodio, lo zinco e il rame. Data la sua composizione molto simile al sebo umano, l’olio di jojoba mantiene la pelle idratata consentendone la protezione contro gli agenti esterni come batteri, smog, sostanze chimiche, ecc. Grazie al suo effetto emolliente, la pelle non si secca e quindi si prevengono le irritazioni.

Per quanto riguarda l’olio di mandorle dolci, questo ha delle proprietà idratanti, emollienti, elasticizzanti e lenitive, rendendo uno degli oli più usato e per qualsiasi tipo di pelle. Grazie alla sua origine naturale, l’olio di mandorle dolci è molto consigliato anche per le donne in gravidanza e quindi prevenire le smagliature post parto. Molto indicato per quelle persone che hanno la pelle secca e desiderano prevenire le rughe.

Un altro segreto per migliorare la salute della pelle è assicurarsi almeno sei ore di sonno a notte e mantenere così una cute giovane dato che la melatonina ha poteri antiossidanti.

Per concludere, è chiaro che la salute della nostra pelle dipende da una serie di fattori relativi al modo di vivere che decidiamo di adottare. Partire da una buona alimentazione ricca di vitamine e minerali è senz’altro il punto di partenza per una pelle che si mantiene giovane, bella ed elastica.

Fonte: www.medicalnewstoday.com