Categoria: Malattie Infettive

L’Infettivologia è la specializzazione della medicina che si occupa di tutte le patologie prodotte da agenti infettivi, cioè batteri, virus, funghi (miceti) o parassiti. Le malattie infettive restano tra le cause principali della mortalità degli individui, e in alcune regioni del mondo la causa principale. L’infettivologia studia non solo le malattie trasmissibili (o contagiose), ma anche quelle provocate da microrganismi. In relazione ai microrganismi coinvolti, le malattie infettive possono essere ordinate in: patologie causate da batteri, da virus, da miceti (funghi), da protozoi, da elminti (vermi e parassiti). Le malattie tropicali sono una branca delle malattie infettive.

Prenota un Infettivologo con iDoctors

Meningite: cos’è e come affrontarla

di Irene Reverberi,

Nei giornali di tutti i giorni, come anche nelle notizie on-line, si trovano articoli relativi a casi di meningite: alcuni l’hanno superata, altri hanno sofferto moltissimo prima di uscirne ed altri ancora non hanno resistito perché la malattia si è dimostrata resistente ai farmaci.

I problemi più grandi rappresentati da questa infiammazione sono: può colpire a qualsiasi età, la trasmissione è facile e veloce ed infine esistono diversi tipi e sottotipi non tutti copribili attraverso la vaccinazione.

Continua

Giardiasi in gravidanza

di Irene Reverberi,

È opportuno dire subito che la giardia o lamblia è un organismo unicellulare che può rappresentare un flagello per il nostro apparato digerente. Si tratta di un parassita molto piccolo che causa diarrea e inevitabile disidratazione al nostro organismo.

È un parassita che vive nell’intestino degli animali (in particolare cani, gatti, caprioli e castori) e dell’uomo e si trasmette attraverso le feci o per un passaggio oro-fecale ovvero per aver ingerito qualcosa di contaminato vuoi liquido, vuoi solido.

Continua

Le malattie infettive nella comunità scolastica

di Barbara Maniscalco,

La scuola rappresenta il luogo ideale per radicare la cultura della salute e della sicurezza. Il concetto importante è che la scuola è il luogo dove si dovrebbe prestare la massima attenzione e il massimo rigore nell’applicare tutte quelle norme relative alla sicurezza e alla prevenzione della tutela della salute sia degli alunni che di tutto il personale.

Continua

Cos’è e quanto è diffusa la leishmaniosi?

di Irene Reverberi,

Se una zanzara ti pizzica che succede? Un ponfo, un pizzico, un po’ di bruciore e passa… ma se colpiscono un animale domestico che succede? Beh, in realtà dipende dalla zanzara, poiché, abbastanza spesso se una zanzara tigre pizzica il tuo cane o il tuo gatto, che è privo di protezione o collare antizanzare e antiparassitario potrebbe andare incontro ad una malattia infettiva pericolosa per gli animali, chiamata leishmaniosi.

Continua

Malattia di Lyme: l’importanza di una diagnosi corretta

di Barbara Maniscalco,

“La malattia che, negli USA, si diffonde più rapidamente dopo l’AIDS”. È con questa affermazione che il New York Times ha definito la malattia di Lyme.

L’Associazione Lyme Italia e Coinfezioni stanno organizzando, in collaborazione con il Gruppo Italiano per lo studio della Malattia di Lyme, diretto dal Prof. Giusto Trevisan, un Convegno che si terrà a Venezia il 27 maggio 2017.  È prevista la partecipazione di due tra i massimi esperti a livello mondiale sulla malattia di Lyme: il Prof. Luc Montagnier (premio Nobel) e il Dr. Richard I. Horowitz (USA).

Continua

Perché i casi di morbillo in Italia sono in aumento?

di Roberta Cipollaro,

Dall’inizio del 2017 sono già stati registrati più di 700 casi di morbillo, più della la metà di questi ha un’età compresa fra i 15-39 anni per cui non si può più parlare di una malattia dei bambini. Nella maggior parte dei casi è necessario un ricovero. Per questo molti medici ricordano l’importanza di vaccinarsi a 2 anni, con un richiamo intorno ai 5-6 anni. La maggior parte dei casi sono stati segnalati in Piemonte, Lazio, Lombardia e Toscana.

Continua

Influenza 2016-2017: prepariamoci a sconfiggerla!

di Katia Scuteri,

influenza

Anche quest’anno è in arrivo l’ influenza che, come tutti gli anni, si manifesterà principalmente nei mesi più freddi.

Secondo il parere degli esperti verranno colpiti circa 7 milioni di italiani, 2 milioni in più rispetto all’anno scorso. E’ importante quindi cercare di prevenirla per evitare di incorrere in complicazioni più gravi.    Continua

Mononucleosi in gravidanza: cosa fare con la “malattia del bacio”

di Irene Reverberi,

mononucleosi in gravidanza foto copertina

Sulla mononucleosi in gravidanza va innanzitutto accennato che la malattia, così com’è nota ai più, si trasmette attraverso la saliva e quindi sicuramente attraverso i baci (adulti/bambini, adulti/adulti), colpi di tosse, normali starnuti o scambiandosi pietanze da un piatto ad un altro, dalle posate o dalla tazzina di caffè usata da persone portatrici della malattia o malate. Non è contagiosa come raffreddore ed influenza, ma, se non curata, può favorire nei bambini, negli adolescenti e negli anziani la comparsa di dolori alla milza. Continua

Oppiacei in gravidanza: gli effetti su chi aspetta un bambino

di Irene Reverberi,

Oppiacei in gravidanza

Sugli oppiacei in gravidanza ci sono delle cose da sapere.

Innanzitutto inizierei col definire oppiacei tutti quei prodotti naturali o sostanze semisintetiche come ad esempio la morfina, l’eroina o il metadone, chiamate nel gergo comune droghe. Tra queste alcune vengono iniettate per curare, altre vengono prescritte per la disassuefazione. Stiamo parlando in particolare di eroina, morfina (10% dell’oppio), codeina (0,5%), tebaina (0,2%), metadine e degli effetti degli oppiacei in gravidanza. Continua

La Polmonite: sintomi, cause e prevenzione

di Giuliano Scavuzzo,

La polmonite è un’infezione che colpisce le vie respiratorie e, nei peggiori casi, può portare anche a gravi complicazioni. In generale i sintomi più comuni sono tosse, febbre e fatica a respirare nonché un fastidioso senso di spossatezza.

In generale dura circa 2-3 settimane in persone sane con un po’ di riposo e alcune semplici accortezze, oltre all’assunzione di antibiotici che dovranno essere prescritti da un medico.

Solitamente sono bambini e anziani, o persone con il sistema immunitario debilitato (es. AIDS) a necessitare di maggiori attenzioni e anche una degenza in ospedale. Per questi soggetti a rischio la polmonite può portare complicanze che non vanno assolutamente ignorate. Continua