Categoria: Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva

La Gastroenterologia si occupa dello studio, della diagnosi e del trattamento delle malattie che riguardano lo stomaco, l’intestino e l’apparato digerente in generale. Le principali patologie trattate sono l’Esofagite, le Malattie da reflusso gastro-esofageo, le Gastriti croniche, le Ulcere (ulcera gastrica o ulcera duodenale); e ancora le Coliti di varia natura, la Calcolosi biliare, le Epatite di vario tipo, la Pancreatite, la Celiachia, le Neoplasie benigne e maligne dell’apparato digerente delle vie biliari e del pancreas e le Malattie infiammatorie croniche intestinali (morbo di Crohn e colite ulcerosa). L’esame degli organi del sistema digerente avviene soprattutto con tecniche endoscopiche con le quali procede alla diagnosi e successivamente al trattamento di queste patologie.

Prenota un Gastroenterologo con iDoctors

Gastroenterite e mal di pancia

di Irene Reverberi,

La gastroenterite acuta può anche essere influenza intestinale causata dal virus dell’influenza che infiamma le pareti intestinali, la mucosa dello stomaco o entrambi. È facilmente identificabile, poiché i sintomi sono caratterizzati da crampi addominali, vomito, nausea e diarrea. È un problema che colpisce molto spesso e con più facilità i bambini o gli anziani più che gli adulti, ma questi ultimi possono comunque contrarla attraverso il contatto con i loro bambini o i loro genitori o in luoghi molto frequentati da bambini.

Continua

Ernia iatale dello stomaco: sintomi, dieta e cura

di Guido Cocozza,

Ernia iatale dello stomaco

Capita, a volte, di aver disturbi allo stomaco, problematiche transitorie dovute per lo più ad un pasto abbondante o a qualche boccone mangiato troppo rapidamente o masticato male.

Quando però il problema è persistente, accompagnato da reflussi acidi e digestione lenta, forse si tratta di ernia Iatale, un disturbo che colpisce almeno il 15% degli italiani. Continua

Colite da antibiotici e altre infezioni

di Irene Reverberi,

La colite è un’infiammazione acuta o cronica della parte finale dell’intestino ossia del colon. Possono esservi diverse ragioni a provocarla poiché sono o di natura esogena o endogena. Al primo gruppo appartengono intossicazione da sostanze alimentari andate a male, tossine di varia natura ed altri; nel secondo gruppo, invece, troviamo alcune patologie o intossicazioni endogene come l’uremia o il diabete. A queste vanno aggiunte alcune infezioni di tipo virale, batterico o parassitario, allergie ad alcune alimenti, cronicismi come la rettocolite ulcerosa o il morbo di Crohn.

È inoltre utile sapere che alcune categorie di antibiotici possono essere i colpevoli, anche se alcuni sono meno tossici di altri.

Continua

La bilirubina responsabile degli occhi gialli

di Irene Reverberi,

La bilirubina è un pigmento giallo contenuto nel sangue che deriva dalla liberazione da parte dei globuli rossi che si invecchiano o meglio dalla distruzione dei globuli rossi che hanno svolto il loro corso o meglio della emoglobina in via di decomposizione.

Ogni cellula dei globuli rossi vive circa 4 mesi: queste vengono dapprima lavorate dalla milza fino all’inglobamento nella biliverdina, poi arrivano nel fegato per essere metabolizzate; il restante della bilirubina è prodotto dal midollo osseo o dal fegato.

Continua

Settimana per la prevenzione Gastroenterologica e Dietologica

di iDoctors,

In genere, dopo aver mangiato in modo abbondante e soprattutto irregolare, il nostro organismo sente la necessità di depurarsi per tornare al consueto regime alimentare in linea con le nostre abitudini quotidiane; per cui iniziare digiuni forzati non serve, mangiare meno e meglio, invece, può essere d’aiuto al fegato e all’apparato digerente.

Continua

Meteorismo e pancia gonfia

di Irene Reverberi,

La presenza di aria in una certa quantità nell’intestino viene definita meteorismo e rappresenta una delle cause che provoca la pancia gonfia.

Il gas in eccesso può essere emesso dalla bocca con l’eruttazione, o dall’ano attraverso la flatulenza e provoca in entrambi i casi imbarazzo.

Continua

Sindrome da colon irritabile: nuove cure molecolari

di Barbara Maniscalco,

La sindrome del colon irritabile è una condizione cronica, le cui precise cause sono di origine ancora sconosciuta nonostante i numerosi studi in merito.

In Italia, il 7% della popolazione soffre di questa sindrome, che sembra peraltro riguardare maggiormente le donne. Occorrono 10 anni in media prima che una persona con la sindrome dell’intestino irritabile approdi a una diagnosi e alle cure di un gastroenterologo.

Continua

Celiachia: non una moda ma una patologia oltre le tendenze

di Francesca Romana Bergamo,

Una condanna a parere di chi la vive, soprattutto nel regno delle 3P: pane, pasta e pizza. Stiamo parlando della sensibilità al glutine non celiaca, della celiachia, dell’allergia al frumento ed in generale dei disturbi glutine correlati. Guardando ai dati italiani, a fine 2015 i diagnosticati erano più di 180.000, oltre il triplo rispetto al 2007.

Continua

Diverticoli in gravidanza: scopri come combatterli

di Irene Reverberi,

Le malattie legate ai diverticoli non sono rare, anzi spesso possono insorgere soprattutto se non si è più giovanissimi: fino a meno di 40 anni, la percentuale della popolazione risulta essere pari al 5-10% mentre se si hanno più di 40 anni, questa aumenta a circa il 20% fino ad arrivare a quasi il 70% nell’anziano.

Continua

Ogni intestino pigro ha bisogno della «sua» cura

di Barbara Maniscalco,

La diagnosi di stipsi cronica si ha quando si verificano meno di tre defecazioni a settimana e se in almeno un’evacuazione su quattro si avvertono fastidi come feci dure e aride, sforzo eccessivo, sensazione di svuotarsi in modo incompleto o un’impressione di ostruzione e pesantezza all’addome che viene solo in parte risolta dopo essere stati in bagno.

Continua