La funzione delle arterie è quella di portare il sangue ossigenato dal cuore verso i tessuti esterni. Se si ostruiscono, a causa di un accumulo di placche di grasso all’interno delle loro pareti, possono impedire il normale afflusso del sangue con conseguenze anche serie. Tra i possibili fattori  scatenanti ricordiamo l’ ipertensione, il diabete, il fumo e l’obesità  .

Gli esperti consigliano di prendersene cura, cercando di seguire una vita sana e corretta. Scopriamo come sono fatte.

Trova su iDoctors un Cardiologo vicino a te!

Arterie: come è fatto il nostro corpo

arterieLe arterie parola di origine greca che significa “canale anatomico respiratorio o sanguifero”, sono dei vasi sanguigni che fanno parte del nostro sistema circolatorio, indispensabili per il trasporto del sangue.

Nascono dai ventricoli e generalmente trasportano il sangue ossigenato dal cuore verso i tessuti esterni, ad eccezione di quelle ombelicali e polmonari. Le prime veicolano il sangue nel feto, mentre le seconde, trasportano il sangue carico di anidride carbonica e prodotti di scarto ai polmoni.

Il loro diametro diminuisce sempre di più allontanandosi dal cuore, fino ad immettersi nei capillari.

La loro struttura è di tipo dinamico ed elastico, sono infatti in grado di dilatarsi o contrarsi in base alle esigenze.

Le loro pareti sono composte da tre parti:

  1. tonaca esterna,
  2. tonaca interna,
  3. tonaca intima.

La tonaca esterna ha una funzione contenitiva, ed è composta i nerva vasorum e i vasa vasorum, da fibre collagene ed elastiche. Nelle vene di grosso calibro è molto sviluppata.

La tonaca media ha una funzione legata all’elasticità e alla contrattilità.

La tonaca intima, è composta da uno strato di cellule endoteliali, cellule che svolgono un ruolo importante per la biologia vascolare e per l’omeastasi dell’organismo.

Le varie tonache sono intervallate da lamine elastiche interne. La cavità interna, nella quale scorre il sangue, prende il nome di “lume”.

Arterie: tipologie

arterie ostruzioneEsistono varie tipologie di arterie:

  • di piccolo calibro,
  • di medio calibro,
  • grandi arterie.

Le arterie di piccolo calibro, chiamate anche “arteriole”, sono caratterizzate da un tessuto ricco di fibre simpatiche, da una parete spessa e in grado di contrarsi, e da un diametro ridotto.

Le arterie di medio calibro, chiamate anche “arterie muscolari”, sono arterie di distribuzione, hanno una parete non molto elastica, un diametro compreso tra i 2.5 e i 7 millimetri, tra queste rientrano le arterie renali e le arterie coronarie.

Le grandi arterie, chiamate anche “arterie elastiche”, sono arterie di conduzione, hanno una parete molto elastica ed un diametro superiore ai 7 millimetri, tra queste rientrano l’aorta e i suoi rami principali.

Il sistema arterioso viene in genere distinto in arterie sistemiche, arterie polmonari e aorta.

Le arterie sistemiche trasportano il sangue ricco di sostanze nutritive ed ossigeno verso tutti i tessuti esterni.

Le arterie polmonari sono due vasi sanguigni (arteria polmonare destra e sinistra) che partono dal ventricolo destro ed arrivano ai polmoni dove si diramano negli alveoli polmonari; insieme alla circolazione polmonare costituiscono la circolazione polmonare.

L’arteria aorta, infine, è la principale arteria del nostro corpo che origina nel ventricolo sinistro, ha una lunghezza di circa 30-40 cm e un diametro di 2.5 cm – 3.5 cm. La sua funzione è quella di distribuire il sangue ossigenato ai vasi arteriosi più piccoli.