Camminare sulla spiaggia a piedi nudi (attività conosciuta anche con il nome di beach walking) comporta numerosi benefici per il corpo e per la mente.

Il bello di camminare sulla spiaggia è che lo possiamo fare tutto l’anno, ci permette di scoprire la bellezza del mare anche nella stagione invernale e non costa nulla.

Trova su iDoctors un Fisiatra vicino a te!

I benefici di camminare sulla spiaggia

Camminare sulla spiaggia comporta numerosi benefici per la saluta fisica e psicologica.

Recenti studi hanno evidenziato che camminare sulla spiaggia permette di allenare tutti i muscoli delle gambe che impiegano dalle 2,1 alle 2,7 volte più energia rispetto a compiere lo stesso movimento su una superficie dura. Questa energia viene utilizzata per rinforzare i muscoli dei piedi, delle gambe e della schiena per renderli più tonici, elastici e resistenti.

Il maggiore sforzo di cui abbiamo bisogno per camminare sulla spiaggia permette di bruciare il 50% di calorie in più rispetto a una camminata normale. Quindi è un ottimo metodo per tenere sotto controllo il peso corporeo e combattere l’obesità.

Migliora la Propriception: propriception è un termine che riguarda la nostra capacità di percepire gli stimoli e le sensazioni riguardo la nostra posizione, il movimento e l’equilibrio. Avere una buona Propriception significa che la mente è in contatto con gli stimoli del corpo e con il mondo esterno e che siamo in grado di percepire il nostro corpo e tutte le sensazioni che manda. Considerato che ogni piede ha dalle 3000 alle 7000 terminazioni nervose in grado di percepire ogni stimolo che avviene dall’esterno, possiamo capire la quantità di segnali che arrivano al nostro cervello che ci permettono di “leggere” meglio il mondo che ci circonda.

Camminare sulla spiaggia favorisce il rilassamento. Abbiamo i piedi confinati tutto il giorno dentro le scarpe e sappiamo bene il sollievo che sentiamo quando la sera ce le togliamo. Camminare a piedi nudi sulla sabbia ci procura un dolce massaggio rilassante e i suoni dell’ambiente esterno (il rumore delle onde, del vento e dei gabbiani) favoriranno il nostro rilassamento. Studi dell’università di Exeter hanno dimostrato che chi passa più tempo in spiaggia subisce meno gli effetti dello stress e gode di una migliore salute.

Camminare a piedi nudi sulla sabbia aumenta il radicamento, ossia la centratura, il sentirsi ben saldi e più sicuri di noi stessi, l’autostima e il diritto di esistere su questo mondo. Stare a piedi nudi permette di scaricare le cariche elettriche accumulate e migliora lo stress, il sonno e la depressione.

Dedicare qualche tempo a camminare sulla spiaggia è un modo per volerci bene in quanto ci prendiamo alcuni momenti per noi stessi e per il nostro benessere, lascinado fuori i problemi della vita di tutti i gironi. La nostra mente e la nostra salute ne trarranno un piacevole beneficio.

Analizzare attentamente le impronte che lasciamo sulla sabbia ci può dare molte informazioni su di noi, sulla nostra postura, sul nostro carattere e sul modo in cui affrontiamo la vita.

La sabbia bagnata agisce come esfoliante che aiuta a eliminare in tutta naturalezza e senza traumi le cellule morte dalla nostra pelle. Ogni tanto è utile camminare con i piedi nell’acqua per lavare e pulire la pelle.

Passare un po’ di tempo in riva al mare ci permette di fare il pieno di vitamine e minerali. La luce del sole aumenta l’assorbimento di vitamina D e allo stesso tempo riduce lo stress e migliora il sonno. Inoltre nell’acqua del mare ci sono molti minerali sani come il magnesio, potassio e iodio.

Camminare sulla spiaggia: consigli e precauzioni

Abbiamo visto che camminare sulla spiaggia produce una notevole quantità di benefici ma è opportuno seguire alcuni consigli pratici per evitare spiacevoli inconvenienti.

Sarebbe opportuno evitare gli orari della giornata in cui la temperatura è troppo elevata, soprattutto nel caso di bambini e anziani. Comunque è utile mettere un cappello in testa nel caso in cui il sole inizi a dare fastidio.

Ricordiamoci che siamo al mare e il sole viene riflesso anche dall’acqua. Quindi è opportuno applicare sulla pelle una crema solare protettiva in base al nostro fototipo.

Portiamo sempre con noi una bottiglia d’acqua in quanto il sole e il vento tendono ad aumentare l’evaporazione della pelle e abbiamo bisogno di reintegrare i liquidi persi.

Per avere maggiori effetti bisognerebbe camminare a piedi nudi sulla sabbia ma bisogna fare attenzione ad eventuali oggetti che potrebbero ferirci. Se la spiaggia non è curata è opportuno camminare con particolari scarpe progettate per la camminata in spiaggia.

Fonte: http://livehealthy.chron.com