Difficoltà scolastiche nei bambini

di Irene Reverberi,

Con l’espressione “disturbi specifici dell’apprendimento” vengono indicate una serie di difficoltà scolastiche che tendono a venire fuori in bambini normalmente scolarizzati e senza particolari patologie neuromotorie o sensoriali. I disturbi possono riguardare la lettura, la scrittura, o, infine, il calcolo il primo è definito dislessia, il secondo, disortografia e il terzo discalculia. Non si esclude la possibilità vi sia una combinazione di questi disturbi.

Continua

Cause e cure dell’emospermia

di Irene Reverberi,

Nell’uomo può capitare che compaiano alcune macchioline di sangue visibili ad occhio nudo nello sperma o liquido seminale. È abbastanza frequente e spesso, essendo transitorio, non ha molto significato, anche perché si manifesta non più di 2 volte o a partire dai 30-40 anni un po’ di più. Se si dovesse verificare con molta frequenza e nel proprio ramo di famiglia vi sono stati casi di neoplasie alla prostata o a qualche altro organo dell’apparato genitale o si è affetti da qualche patologia ai genitali, è consigliabile rivolgersi all’urologo.

Continua

Bambino ed Anafilassi

di Irene Reverberi,

 Se il bambino improvvisamente si presenta con una manifestazione acuta, quale la crisi anafilattica, immediatamente va individuata perché potrebbe risultare fatale. Le crisi anafilattiche sono caratterizzate da complicanze dovute a manifestazioni allergiche che coinvolgono oltre alla cute, l’apparato cardio circolatorio e le mucose con comparsa di tumefazioni sottocutanee.

È stato osservato che i casi nel mondo non sono poi così rari e che l’incidenza negli Stati Uniti è superiore a quella di altri stati: il rapporto in America si aggira circa a 40-50 casi su 10.000, mentre in Gran Bretagna ed in Europa del Nord meno di 10 su 10.000 ed infine in Italia 2-3 su 10.000.

Continua

I disturbi ossessivo-compulsivi nei bambini

di Irene Reverberi,

Ipospadia

Cosa significa allora DOC? Tra i tanti significati, DOC è l’acronimo con il quale si indica disturbo ossessivo-compulsivi.

Forse vi sarà più chiaro se vi spieghiamo cosa sono le ossessioni e le compulsioni. Con ossessioni si intende un insieme di pensieri e considerazioni che provocano ansia in chi le prova. Si potrebbero fare molti esempi partendo dall’ansia di essere contaminati da qualche germe o batterio, alla preoccupazione che qualcuno della famiglia possa avere una qualche malattia terminale o anche la paura di perdere qualcosa per mancanza di ordine o distrazione.

Continua

Rene “fuori sede” o ectopia renale

di Irene Reverberi,

Il rene che non occupa la sua posizione normale all’interno dell’organismo è definito ectopico o fuori sede (ektopos: fuori luogo/sede naturale).

Da un punto di vista anatomico il rene, o meglio i reni, essendo 2, si trovano ai lati della colonna vertebrale e precisamente si estendono dalla vertebra toracica al margine superiore della terzavertebra. La forma è simile a quella di un fagiolo ed hanno una piccola incavatura mediatura; misurano circa 11 cm in lunghezza, 7 cm in larghezza ed hanno uno spessore di circa 3 cm. Tra i due, quello a destra è un po’ più basso del sinistro. Il rene è protetto da un cospicuo strato di tessuto adiposo (capsula adiposa) preposto alla protezione e alla manutenzione del rene e della sua posizione.

Continua

Imparare a riconoscere l’autismo nei bambini

di Irene Reverberi,

Eh sì il bambino vuole comunicare qualcosa, ma che cosa? La comunicazione è uno scambio di stimoli e risposte tra 2 o più soggetti. La comunicazione interpersonale può avvenire in più modalità: comunicazione verbale basata su un linguaggio scritto ed orale che dipende da regole precise sintattiche e grammaticali. Abbiamo poi la comunicazione non verbale che avviene non tramite parola, ma attraverso un’altra forma di linguaggio fatto di gesti, mimiche e piccoli sguardi; un altro tipo riguarda la voce ossia il tono, il volume, il ritmo, le pause ed altre espressioni sonore.

Continua

Animali velenosi e gravidanza

di Irene Reverberi,

Molti animali possiedono delle ghiandole del veleno che secernono sostanze che paralizzano le prede di cui si alimentano, ma talvolta pur non essendo aggressivi nei confronti dell’uomo se vengono disturbati o calpestati si difendano mordendo o pungendo.

Continua

Novità su villocentesi e amniocentesi

di Irene Reverberi,

Com’è noto tutti gli specialisti fino a qualche anno fa consigliavano la villocentesi e l’amniocentesi oltre al test del DNA a tutte le donne in gravidanza a partire dai 35 anni. Erano esami che appartenevano al percorso che conduceva alla diagnosi prenatale ovvero alla diagnosi con la quale si poteva prevedere la salute del feto e del neonato. Era importantissimo essere preparati a come affrontare al meglio la gravidanza e il puerperio e sapere per tempo quanti rischi si stavano affrontando relativamente all’eventuale perdita del bimbo.

Continua